Pastore maremmano sbranato da un branco Torna la paura dei lupi

Un cane anti-lupo sbranato dai lupi o da ibridi che siano. È avvenuto nella notte di mercoledì nella campagna di Prignano

PRIGNANO . Un cane anti-lupo sbranato dai lupi o da ibridi che siano. È avvenuto nella notte di mercoledì nella campagna di Prignano, zona di Sassofosco ai lati della sp 23 Valrossenna. Vittima un pastore maremmano di 8 anni e di imponente stazza, chiamata Amour per la sua dolcezza. Eppure è stata ridotta uno strazio. È stata trovata così a un’ottantina di metri da casa, nell’area a lato del torrente Rossenna.

«Ci siamo messi alla sua ricerca giovedì mattina - racconta Anna Giberti, 63 anni, che l’ha cresciuta con il figlio Fabrizio - Ho visto la cagnolina più piccola che abbaiava verso il fiume ma poi non scendeva. Sono andata a vedere e ho scoperto l’orrore».


Sicuramente è stata attaccata da un branco che non ha avuto timori ad avvicinarsi a un’abitazione. Amour era legata in cortile, dove faceva la guardia, e nel difendersi dall’attacco ha rotto la catena, ma nonostante la sua stazza nulla ha potuto.

«Adesso ho paura per me e per gli altri due cani» confida Anna. «Sono anni che si denuncia il problema dei lupi o dei simil lupi senza nessun risultato - nota il consigliere Walter Telleri - viene da chiedersi il perché».