San Prospero. Rivolta a San Lorenzo: «Esistiamo anche noi»

L’assenza degli autobus e l’obbligo di percorrere a piedi la Canaletto compatta i residenti che vogliono salvare la borgata