Modena. Risparmio energetico, studenti alle prese con l’elettronica

Gli alunni delle scuole medie, dopo alcune lezioni in classe, hanno testato il programma per computer Arduino con cui controllano i consumi elettrici

MODENA. Sostenibilità e digitale spiegati dagli studenti agli studenti. Sono stati circa duemila i giovani di sette scuole regionali coinvolti nel progetto #AlloraSpengo lanciato da Energy Way.

#Alloraspengo Studenti modenese delle medie a lezione di risparmio energetico



I ragazzi delle medie hanno escogitato strumenti per monitorare i consumi energetici, introdurre soluzioni di risparmio e trasmettere la conoscenza ai più giovani; i più grandi delle superiori hanno inserito i dati raccolti nella piattaforma online TheArtOfData per creare una rete ancora più ampia. Ancora più grande desidera diventare il progetto partito dalla sede di via Sant’Orsola e che adesso ha ambizioni nazionali.

«L’entusiasmo dei docenti e degli studenti ci fanno ben sperare» questo l’augurio espresso ieri dall’amministratore delegato della start up modenese Giovanni Anceschi prima di spiegare a nuove giovani reclute i passi da fare. L’aspetto interessante della sfida è usare il coding, ovvero la scrittura di un programma informatico, per costruire strumenti di monitoraggio sui consumi. Durante il progetto sono stati formati da esperti di Energy Way studenti delle seconde medie, divenuti dopo un anno tutor per le classi precedenti una volta in terza.

Cinque le lezioni attivate durante l’anno. Nella prima, i ragazzi hanno imparato i concetti basi sull’energia e l’anidride carbonica; è seguita un’analisi delle bollette scolastiche prima di fare la conoscenza con Arduino, non un nuovo compagno, ma il programma di computing che poi avrebbero utilizzato.

La quarta lezione ha riguardato la sensibilizzazione delle altre classi. «Guarda, hai dimenticato la luce accesa», «il computer non è stato spento», alcuni dei consigli da studenti a studenti, ricordati da Daniele Cottafavi, preside dell’istituto reggiano Pertini presso cui è partito il progetto.

Nella scuola s’è raggiunto un risparmio del 26%; valore più alto è stato registrato alle medie Ferrari-Galilei di Maranello, in cui il risparmio è stato del 33%.

In pratica, gli studenti hanno trovato un sistema per permettere alla scuola di tagliare un terzo dei consumi energetici con conseguenze positive per l’economia e l’ambiente.

L’analisi dei risultati su TheArtOdData, quinta e ultima lezione, ha già consentito e consentirà ancora di dare una diffusione virale alle buone pratiche messe in atto dagli studenti. Un percorso che dall’esperienza pilota modenese e reggiana intende diventare nazionale attraverso sei concetti chiave: sostenibilità, condivisione aperta di dati, risparmio energetico, strumenti di monitoraggio, uso consapevole del dato, nuove tecnologie. Tre invece gli obiettivi che i giovani imprenditori intendono realizzare con il progetto: favorire un’istruzione basata sul saper fare; ridurre gli impatti ambientali; costruire comunità sostenibili. —

Gabriele Farina

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI