Lo sport modenese si schiera: in 720 per Muzzarelli sindaco

Il sindaco Muzzarelli raccoglie sostegni nel mondo dello sport

Le adesioni in 50 tra società, associazioni e polisportive; oltre ad atleti e dirigenti. «Il settore dà lavoro, salute e fa comunità: non sprechiamo quanto realizzato» 

MODENA. Le elezioni per il rinnovo del consiglio comunale e il nuovo sindaco sono ancora lontane, ma dal mondo dello sport modenese sembra arrivare una chiara indicazione su chi dovrà essere il futuro primo cittadino. Lo stesso che c’è oggi: Giancarlo Muzzarelli.

Sono state consegnate sabato al sindaco uscente, infatti, i fogli di una lettera-appello con raccolta di firme, che ha iniziato a circolare nelle scorse settimane nel mondo dello sport modenese. Dal 21 novembre ad oggi sono oltre 720 le adesioni (tutte con nome, cognome e firma) le firme che sono state raccolte in circa 50 tra società sportive, associazioni, polisportive, enti di promozione sportiva tra presidenti, dirigenti, tecnici, atleti.


Queste persone ritengono che per l’attuale situazione dello sport modenese e le sue prospettive, le politiche sin qui attuate dall’amministrazione Muzzarelli, siano quelle giuste per garantire al settore un futuro sia in termini di preparazione degli atleti giovani e non, che del mondo del lavoro, perché lo sport è comunque un settore che dà lavoro a decine di persone.

A questo proposito si legge nella lettera «Modena è una città di sport, tradizione di cui andare orgogliosi e portare avanti nel futuro. È una città di sport universale e senza barriere: caratteristica unica del nostro territorio che è comune a tutte le nostre discipline e tutte le nostre attività. Questa grande tradizione ha tre caratteristiche. lo sport dà lavoro, “fa comunità”, ed è un toccasana per la salute. Crediamo che lo sport sia una forma straordinaria efficacia per la promozione del benessere collettivo. Il modello modenese ha una grande forza: la rete di dirigenti, tecnici e collaboratori con straordinarie capacità. Siamo uscirti tutti assieme dalla crisi che ha drammaticamente colpito il nostro mondo. Modena deva andare avanti, guai a fermarsi o tornare indietro».

Da qui i firmatari della lettera traggono quella che ritengono essere la logica conseguenza. «Ci vuole una guida salda ed esperta che abbia amore per la città e sia coerente con i valori che da sempre distinguono Modena e lo sport modenese. Per questi motivi, caro Gian Carlo ti chiediamo di continuare il tuo impegno come sindaco e la tua responsabilità di governo a Modena. Lo sport deve continuare ad essere priorità nel programma di governo».