Carpi, il Caffè Duomo acquistato dal gruppo turco Alpata

Il locale di corso Fanti riaprirà nelle prossime settimane: la gestione manterrà il servizio bar

È rimasto chiuso per mesi, ma tra poco riaprirà i battenti, ravvivando un angolo di centro storico che da troppo tempo si sente la “Cenerentola” del centro.

Le luci del Caffè Duomo sono pronte a riaccendersi. Il locale, ampliato dalla gestione precedente tanto da divenire anche un ristorante, versa in uno stato di abbandono da tempo. Numerosi cittadini si chiedevano perché, dall’oggi al domani, avesse chiuso quel locale che portava vitalità a corso Fanti di sera, ma anche di giorno.


La gestione del bar Duomo è stata acquistata dal gruppo turco Alpata. L’intenzione è quella di aprire una catena di locali del quale il Caffè di corso Fanti dovrebbe entrare a far parte. Nei prossimi giorni, il nuovo gestore dovrebbe essere in città per prendere accordi in vista dell’inizio dell’attività. Nonostante il gruppo sia estero, le caratteristiche del bar dovrebbero rimanere molto simili a quelle della gestione precedente. Il caffè Duomo era frequentato dagli avventori sia per le colazioni, sia per gli aperitivi. Tra i residenti di questa parte del centro, ma anche tra gli esercenti, c’è la speranza che la riapertura del locale porti a un maggiore passaggio di persone e a una diminuzione contestuale del degrado.

«È una bellissima notizia che riapra il Caffè Duomo - confida una residente - Ci siamo stancati di vedere il dehors abbandonato e quell’angolo divenire preda di bivacchi». Lo stesso per gli esercenti vicini. «Siamo molto contenti che rialzi la serranda il bar - commenta un commerciante - corso Fanti si sta svuotando di attività...». Per un bar che riapre, un altro, storico, è ancora chiuso. Si tratta del Caffè teatro, al centro di una lunga vicenda burocratica che ha portato a un nuovo bando, dopo la rinuncia del vincitore della gara precedente a causa dei tempi di ristrutturazione troppo lunghi. —

S.A.