«Ghizlan voleva la sua libertà Una storia ancor più dolorosa»

Il presidente dei centri  contro la violenza: «Era perfettamente integrata e cercava di crearsi una vita autonoma dal marito violento»