Modena, ecco "Issam" dove nascono i designer delle automobili del futuro

L’istituto superiore è in città da quasi 50 anni e rinnoverà spazi e corsi «I maggiori artisti dell’automotive di tutto il mondo si sono formati qui»

MODENA. Dove poteva essere se non a Modena, capitale dell’automobile di lusso dove a maggio arriverà la prima edizione di Motor Valley Fest, la scuola di design delle quattro ruote? Esiste da quasi cinquant’anni, si chiama “Istituto Superiore di Scienza dell’Automobile di Modena - Issam” e dal 1971 forma giovani diplomati che vogliono prepararsi al mondo dell’automobile. Ma ora si cambia tutto, a favore dei Sergio Scaglietti del futuro in grado come il grande carrozziere di immaginare scocche sempre migliori e tecnologiche.

Modena, Issam: una matita per un prototipo di auto del futuro



La scuola è sempre stata gestita un po’ in sordina, nella piccola sede di via Cesare Battisti, pur avendo formato molti dei designer del maggiori marchi, da quelli della galassia Fca a Lamborghini e Pagani. Dal 28 marzo tutto cambia, arriva una sede nuova di 500 metri quadrati in via Paolo Ferrari, in una villa dove fino a poco tempo fa c’erano gli uffici di una banca. L’ente di formazione, nato a Modena nel 1971, è stato acquistato dal designer Davide Pizzo di Rovigo - dal 2003 al 2013 in Pagani poi in Lamborghini - sostenuto dagli imprenditori Giorgio Cortuso e Michele Lazzarin dello studio “Tyche3 Automotive & Industrial Design” sempre della città veneta. La scuola di alta formazione, che ha una quindicina di docenti e oltre sessanta allievi che entrano dopo una attenta selezione, l’11 marzo trasferirà la propria sede.

«Abbiamo intenzione di prendere contatti - spiegano Cortuso e Pizzo - con chi organizza l’ex Motor Show a Modena e alcuni responsabili degli eventi nel mondo dei motori e nelle aree limitrofe. Abbiamo intenzione di sviluppare effettuare un riposizionamento strategico della scuola Issam dopo che la famiglia Marotta l’ha fondata e diretta per anni. E stiamo cercando di inserire un numero maggiore di ragazze. Del resto molti dei responsabili del design e della progettazione stilistica oggi presenti nelle maggiore case automobilistiche sono passati per questa istituto scuola modenese».

Pizzo e Cortuso illustrano anche gli insegnamenti: «Molte aziende chiedono da sempre che al fianco della preparazione teorica ce ne sia una specifica rivolta all’operatività e pratica e per questo molti docenti dell’Istituto Superiore di Scienza dell’Automobile di Modena sono all’interno del mondo automotive nei vari dirigenti dei settori di loro competenza creativi delle stesse case automobilistiche. Le aziende ci chiedono, e noi forniamo, persone in grado di essere operative nel più breve tempo possibile da subito e di non necessitare di una lunga preparazione formativa». Basta scorrere le materie della Issam per rendersi conto della specificità degli insegnamenti dei due corsi di stile e automotive. Materie come “problematiche dell’inquinamento” e “meccanica applicata alle macchine” servono a formare tecnici per il settore dell’automobile e del motorsport con una conoscenza completa delle scienze automobilistiche. Mentre altre materie come “advanced & virtual design” e “motorcycle design” permettono di avere una profonda ed elevata conoscenza nell’ambito del design dei veicoli. —