A teatro con la Gazzetta per "Regalo di Natale"

Maxi riduzione sul prezzo del biglietto e alcuni ingressi omaggio per i lettori iscritti a Noi Gazzetta per lo spettacolo in scena dal 19 al 21 febbraio

La Gazzetta di Modena e teatro Michelangelo vi invitano a teatro per lo spettacolo "Regalo di Natale" in programma dal 19 al 21 febbraio al teatro Michelangelo di Modena. Uno spettacolo ispirato al celebre film di Pupi Avati che sul palcoscenico acquista nuova vita e un racconto avvincente grazie a una compagnia di ottimi attori: Gigio Alberti, Filippo Dini, Giovanni Esposito, Valerio Santoro e Gennaro Di Biase, diretti con maestria da Marcello Cotugno.

 

Per i lettori iscritti a Noi Gazzetta la possibilità di assistere allo spettacolo con uno sconto consistente sul prezzo del biglietto Si pagherà soltanto 15 euro invece di 27. Sono 50 i biglietti messi a disposizione per ciascuna delle repliche E anche di un limitato numero di posti gratuiti. Sconti e omaggi li trovate nella nostra sezione eventi o cliccando qui.

LA TRAMA

Quattro amici di vecchia data, Lele, Ugo, Stefano e Franco, si ritrovano la notte di Natale per giocare una partita di poker. Con loro vi è anche il misterioso avvocato Santelia, un ricco industriale contattato da Ugo per partecipare alla partita. Franco è proprietario di un importante cinema di Milano ed è il più ricco dei quattro, l'unico ad avere le risorse economiche per poter battere l'avvocato, il quale tra l'altro è noto nel giro per le sue ingenti perdite. Tra Franco e Ugo però, i rapporti sono tesi; la loro amicizia, infatti, è compromessa da anni, al punto tale che Franco, indispettito dalla presenza dell'ormai ex amico, quasi decide di tornarsene a casa. La sola prospettiva di vincere la somma necessaria alla ristrutturazione del cinema lo fa desistere dall'idea. La partita si rivela ben presto tutt'altro che amichevole. Sul piatto, oltre a un bel po' di soldi, c'è il bilancio della vita di ognuno: i fallimenti, le sconfitte, i tradimenti, le menzogne, gli inganni. È uno tra i più bei film di Avati, lucido, amaro, avvincente.