Modena. Spaccate nei ristoranti: ancora un raid in via Emilia Est

Per la seconda volta i ladri prendono di mira la Quercia di Rosa e l’Antica Moka Distrutte porte e vetrate blindate con una mazza: presi cibarie e il fondocassa



MODENA. «Ci risiamo, è il secondo assalto ormai in due anni, portato a termine con estrema facilità da ladri a mio avviso specializzati e incuranti di essere ripresi dalle telecamere, ed è questo che alla fine, più dà fastidio, la loro spavalderia, la loro noncuranza nello sfidare la legge e le protezioni di sicurezza». Così il titolare del ristorante Antica Moka che l’altra notte è stato visitato dai ladri.


Un raid lungo la via Emilia Est, nel tratto dopo la Fossalta, con gli stessi obiettivi e quasi le stesse modalità di quello che appunto circa due anni fa venne messo a segno sempre nella stessa zona: vennero colpiti ristoranti e anche altre attività.

I malviventi, con ogni probabilità, hanno iniziato dal ristorane Quercia di Rosa. Qui hanno scardinato e spaccato una porta da cui hanno avuto accesso all'area del ristorante. I malviventi si sono impossessatati del cassetto del registratore di cassa e hanno portato via anche del cibo: un capiente contenitore di funghi porcini sott’olio e della frutta. È stata quindi la volta del ristorante Antica Moka. «Noi abbiamo l'allarme ed è per questo che i ladri hanno fatto molto in fretta, limitando il raggio d’azione del loro colpo - spiegano al ristorante - Le telecamere dell’impianto hanno potuto filmare il colpo. Si vedono alcuni banditi, tre o quattro, con la torcia in fronte, viso coperto, e con i guanti indossati. Si sono accaniti con la vetrata blindata dell’ingresso, quella lato parcheggio, rompendola a forza di colpi con una grande mazza. Poi, mentre l’allarme suonava, hanno frugato e si sono impossessati del cassetto del radioregistratore di cassa». I banditi sono scappati a bordo di una Ford Focus, vettura la cui presenza è stata già notata in altri colpi. —