Fattorie didattiche Metti un giorno in campagna per conoscere da vicino gli animali e la civiltà contadina

Non sono moltissime quelle che, in questi giorni, organizzano attività (anche a pagamento): conviene comunque sempre telefonare per prenotare e prendere accordi.

Il cielo blu e le temperature decisamente primaverili invogliano a stare all’aperto. Per le famiglie con bambini che non vogliono privarsi del piacere di qualche ora di meraviglia a contatto con la natura, la destinazione ideale potrebbero essere alcune “fattorie didattiche”. Non sono moltissime quelle che, in questi giorni, organizzano attività (anche a pagamento): conviene comunque sempre telefonare per prenotare e prendere accordi.

A Fogliano di Maranello.


Cuore dell’Azienda Agricola Bersana (in via Fogliano 161) è Riccardo Iaccheri, romantico “narratore agricolo” nelle “terre della piastrella”. Da visitare la casa di paglia e l’antico mulino, luoghi magici intrisi di storie e radici, segreti e tradizioni. Dal grano ai lombrichi, dalla pasta madre alle patate, dal latte alle api, sono tante le attività normalmente proposte in fattoria. Ma in fondo, anche passare una giornata in compagnia del ciuchino Garibaldi e di Tina la tartaruga, ha il suo perché. Per info: 339 8808778.

A Levizzano Rangone.

Chiusa a Pasqua e Pasquetta riapre martedì 23 la piccola azienda agricola “la G.Raffa” (via Medusia 46/b) situata nelle colline di Castelvetro. Raffaella Govoni è la referente che accompagna piccoli e grandi a fare amicizia con gli animali in fattoria, preparare ottime merende a base di miele, riconoscere e usare le erbe officinali e, perché no, tornare a casa con un bell’erbario. Per info: 338 3951217.

A Fiumalbo.

La fattoria “Campo delle Sore” si trova invece in località Frescarolo nel comune di Fiumalbo (via Versurone 122), al confine con la Toscana. L’azienda nasce da esperienze e tradizioni tramandate di generazione in generazione: ora in conduzione a Federica alleva una cinquantina di pecore massesi, qualche capo di vacche pezzate rosse, oltre all’asinella mascotte della fattoria. Tra i percorsi proposti come fattoria didattica ci sono il gioco laboratorio “i cinque sensi del bianco” e la “caccia al tesoro celtica”. Qui ci sono infatti due tra le più importanti capanne celtiche di Fiumalbo, in una delle quali è presente un piccolo museo contadino. Per info: 339 7275961.

A Montese.

Si arriva invece a Montese per trovare l’azienda agricola “Samorì Benedetta” che si propone anche come agriturismo con il nome Le Casellacce (Via Selva, 2860). Dal mini zoo ai piatti della tradizione è proprio un attimo. Telefono: 347 7806918.

A Marzaglia Nuova.

Porte aperte in questi sabati anche nella grande oasi naturale ed agricola di “Fattoria Centofiori”, costituita da oltre 30 ettari di bosco di pianura e zone umide, dove sono programmati alcuni laboratori: oggi 20 aprile alle 17 ”un’avventura selvatica” (5 – 10 anni), sabato prossimo 27 aprile invece “il labirinto sensoriale a piedi scalzi” (dai 3 ai 6 anni). Prenotazione obbligatoria: Maria Giovanna: 3343799202. —

M.T.