Elezioni Comunali: comune per comune le storie dei sindaci eletti nel modenese

Le riconferme, i ballottaggi, le percentuali, i dati le prime immagini dei festeggiamenti: una sintesi con tutte le informazioni sulle comunali 2019 in provincia di Modena dove si è votato in 34 comuni per eleggere il sindaco.

L'Emilia-Romagna si è svegliata con la Lega primo partito, con la coalizione di centrodestra avanti di cinque punti rispetto al centrosinistra, con il timore del Pd di perdere buona parte dei Comuni e una speranza della Lega di piantare la propria bandiera sulla regione rossa per eccellenza. I dati delle comunali, però hanno quasi ribaltato la situazione.

Guida la riscossa il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli che, nelle previsioni di molti pareva serenamente avviato verso il ballottaggio e invece centra il bis con il 54% dei voti. Al ballottaggio vanno invece Forlì (Calderoni contro Zattini) e Cesena (Lattuca contro Rossi). E pure Ferrara e Reggio Emilia. In provincia di Modena il centro sinistra conserva buona parte dei sindaci, confermando gli uscenti o piazzando volti nuovi. Ma non mancano clamorosi ribaltoni come a Sassuolo e i ballottaggi come a Mirandola, Castelfranco, Maranello e soprattutto Carpi. Ecco la situazione comune per comune.

MODENA

LA VITTORIA PERSONALE DI MUZZARELLI: EVITA IL BALLOTTAGGIO, SINDACO SUBITO

Gian Carlo Muzzarelli, riconfermato sindaco del capoluogo col 53,42% senza bisogno del secondo turno. Un voto che nelle proporzioni esalta la figura dello stesso sindaco, che ha conquistato di persona questo secondo mandato, ben oltre la tenuta del Pd già dimostrata alle Europee in città.

Modena, Hip hip Hurrà e Bella Ciao per Muzzarelli di nuovo sindaco

Lo dicono i numeri. Basta vedere cosa è successo in modo costante nella maggior parte dei seggi: al seggio 23 e al seggio 63 Muzzarelli e la coalizione crescono, rispetto al dato del Pd, del 22%; al seggio 28 e al seggio 24 l’aumento è del 10%. La scelta, insomma, cade su Muzzarelli prima che sul Pd Per saperne di più clicca qui

LA RESA DI PRAMPOLINI: "CI SFIDEREMO IN CONSIGLIO"

Elezioni Modena, Prampolini si congratula con Muzzarelli e lancia una nuova sfida

Un risultato inatteso, ma che ha iniziato a palesarsi nella notte tra domenica e lunedì, quando il Pd veniva proiettato a Modena attorno al 40 per cento. I più esperti, in casa Lega, quelli che di politica masticano tutti i giorni, avevano intuito l’epilogo. A sigillare il risultato la decisione di Prampolini di chiamare l’avversario per complimentarsi. Sono le 19.30, ma ci vorrà un po’ prima che i due riescano a parlarsi, pare che Muzzarelli avesse perso il cellulare. Poi si sono sentiti con una telefonata corsiale Per saperne di più clicca qui

 

GIORDANI: "TRANQUILLO MUZZARELLI, NOI NON MOLLEREMO"

Elezioni Modena/ Giordani: "Complimenti a Muzzarelli ma il nostro impegno non cambia"

«Muzzarelli ha rivinto - dice Giordani - per cui complimenti. Il nostro impegno non cambia assolutamente. Sono tranquillissimo e dopo questo risultati io e gli altri candidati e attivisti siamo concentrati ancora di più e meglio sulle prospettive della città e sul nostro programma. Il risultato non premia i nostri sforzi? Vero, per questo continuiamo a spingere sul territorio più e meglio di quanto abbiamo fatto» Per saperne di più clicca qui

CARPI

BALLOTTAGGIO TRA BELLELLI E BOCCALETTI

Per la prima volta dopo oltre 70 anni di governo del Centrosinistra Carpi andrà al ballottaggio e si presenta, quindi, l’eventualità che la città cambi colore a seconda di quanto sceglieranno i cittadini chiamati a votare di nuovo il 9 giugno per le amministrative. La sfida sarà tra Alberto Bellelli, sindaco uscente, alla guida del Centrosinistra, e Federica Boccaletti, sostenuta dal Centrodestra. La coalizione che sostiene il pimo cittadino ha ottenuto infatti il 48,01%, fermandosi a meno del 2% dal sospirato traguardo. Per saperne di più clicca qui

SASSUOLO

SASSUOLO: MENANI RICONQUISTA IL MUNICIPIO PER IL CENTRODESTRA

Il vento della Lega spazza la legislatura di centrosinistra ed insedia, a soli cinque anni di distanza, nuovamente un governo di centrodestra a Sassuolo. La battaglia tra i due schieramenti, Claudio Pistoni, sindaco uscente, sostenuto da una coalizione di liste (4) del Pd e delle civiche Sassuolo 2020, Sassuolo futura, Sassuolo sostenibile; contrapposto a Gianfrancesco Menani, sostenuto da una coalizione di cinque liste con Lega, Forza Italia, Fratelli D'Italia e le civiche Sassolesi e Siamo Sassuolo; si è giocata sul filo delle decine di voti. Per saperne di più clicca qui

DISTRETTO

FORMIGINE: MARIA COSTI STACCA TUTTI

Poteva sembrare tutto in discussione dopo il testa a testa delle Europee, con uno scarto di appena 53 voti tra Pd e Lega, e gli stessi protagonisti se lo aspettavano. Invece da discutere c’è stato ben poco: a livello locale Formigine ha espresso una scelta forte e chiara, riconfermando con il 60,11% delle preferenze Maria Costi come sindaco. Per saperne di più clicca qui

FIORANO: TOSI FA IL BIS AL PRIMO TURNO

Francesco Tosi sindaco di Fiorano per altri cinque anni. Il primo cittadino, sostenuto da Pd e lista civica Francesco Tosi, ha ottenuto il 55,71 % dei consensi, superando Graziano Bastai con il 35,89 %, Antonio Grazioli con il 4,29, Marco Amarossi con il 2,88 e Pantelis Assimakis con l’1,23. Per saperne di più clicca qui

GIALLO A MARANELLO: BALLOTTAGGIO E RICORSO

In fibrillazione i sostenitori di Luigi Zironi. È lui che, con Pd e liste civiche a lui collegate, raccoglie il maggior numero di consensi ma i numeri dicono che si andrà al ballottaggio. Per soli due voti non ce la fa a essere eletto al primo turno e deve andare al prossimo turno. Dove sfiderà Luca Barbolini che ha ottenuto il 36,22%. Per saperne di più clicca qui

BASSA

SOLIERA: SOLOMITA SI TIENE IL MUNICIPIO

Roberto Solomita si riconferma al primo turno sindaco di Soliera con il 56,55% delle preferenze che gli valgono il secondo mandato senza il ricorso al ballottaggio. I 5 Stelle non superano quota 13,3% Per saperne di più clicca qui

CAMPOGALLIANO RESTA A PAOLA GUERZONI

Paola Guerzoni è raggiante. È stata riconfermata come sindaco e al suo attivo, oltre all’alta percentuale di votanti, può aggiungere non solo i dieci punti in più alla sua lista rispetto alle Europee, ma anche rispetto alla sua prima elezione, quando i voti si fermarono attorno al 46%.Per saperne di più clicca qui

BASTIGLIA RIELEGGE SILVESTRI

Vittoria schiacciante per Francesca Silvestri che con il 71,10% e 1.498 voti si riconferma sindaco di Bastiglia grazie alla lista “Insieme per Bastiglia”.  Marco D’Ambrosio, il candidato del centrodestra (Lega e Forza Italia) con la lista “Uniti per Bastiglia” si è fermato infatti al 28,90% e 609 voti. Per saperne di più clicca qui

RAVARINO CONFERMA REBECCHI

Con il 60,75% e 1882 voti è una vittoria netta quella di Maurizia Rebecchi, che si riconferma così sindaco di Ravarino grazie alla lista “Avanti Ravarino”. Per saperne di più clicca qui

BOMPORTO. INIZIA L'ERA DI ANGELO GIOVANNINI

Angelo Giovannini è il nuovo sindaco di Bomporto. Il candidato per la lista di centrosinistra “Bomporto, Solara, Sorbara insieme” vince con il 53,53 % (2609 voti) e si aggiudica 8 seggi contro Roberto Garuti, candidato della Lega Salvini Premier e Forza Italia che si ferma al 31,56% (1538 voti) con tre seggi e la lista civica “Idee in Movimento” capitanata da Elena Paulis con 727 voti, il 14,92% e un seggio. Per saperne di più clicca qui

MIRANDOLA AL BALLOTTAGGIO. IL CENTRO DESTRA AVANTI

Storico esito nelle urne. I 5 Stelle crollano, vola invece Greco con i suoi sostenitori L’avvocato: «Proviamoci». L’assessore: «Ci credo». Magnoni: «Peccato» Per saperne di più clicca qui

SAN POSSIDONIO. CASARI E' IL SINDACO

È Carlo Casari, con il 58,38 % e 1087 voti, il nuovo sindaco di San Possidonio eletto con la lista civica “Impegno Comune per San Possidonio”. L’assessore al Bilancio uscente raccoglie così l’eredità dell’ex primo cittadino Rudi Accorsi che, come capolista della civica a supporto di Casari e con 98 preferenze, è stato eletto consigliere Per saperne di più clicca qui

CONCORDIA PRANDINI AL RUSH FINALE

Luca Prandini concede il bis e si riconferma sindaco. Una vittoria arrivata soltanto al fotofinish dopo che Emiliano Gatti aveva guidato il testa a testa fino almeno al quinto degli otto seggi scrutinati. Poi Prandini ha innescato il turbo uscendo vincitore con il 52,08% dei voti pari a 2282 preferenze, 182 in più dell’agente della polizia municipale. Per saperne di più clicca qui

SAN FELICE. GOLDONI CONQUISTA LA ROCCA DI SAN FELICE

Storica vittoria del candidato, sovrintendente capo di polizia, con una lista civica che unisce le tante anime del paese contrapposte al Pd. «Ora al lavoro e tutti insieme» Per saperne di più clicca qui

SAN PROSPERO IL BIS DI BORGHI: "PREMIO AL LAVORO COMPIUTO"

Il sindaco uscente ha quasi doppiato lo sfidante ottenendo il 65% «Squadra giovane e competente. Ora penseremo alla giunta» Bruno Fontana: «Sconfitti ma è solo un primo passo per il futuro» Per saperne di più clicca qui

CAVEZZO. LUPPI FESTEGGIA LA RIELEZIONE

Lisa Luppi si riconferma sindaco e lo fa contro un avversario storico del centrosinistra, quello Stefano Venturini che incarna l’opposizione cavezzese e che, senza il sostegno dei partiti del centrodestra, compie quasi il sorpasso. Per saperne di più clicca qui

MEDOLLA L'EREDITA' DI MOLINARI VA AL FIDATO CALCIOLARI

È con un 46,91% e 1703 voti che Alberto Calciolari raccoglie l’eredità di Filippo Molinari e si laurea neo sindaco di Medolla. Per saperne di più clicca qui

VALLE PANARO

SAN CESARIO: ZUFFI E' IL NUOVO SINDACO

Francesco Zuffi, neo-eletto sindaco di San Cesario, circa seimila anime di cui cinquemila sono state chiamate al voto la scorsa domenica. A presentarsi alle urne il 73% dei sancesaresi, per un totale di 3.556 voti, di cui 1.908 (il 53,66%) sono andati a Zuffi. Al secondo posto per numero di voti Sabina Piccinini, che ha ottenuto 673 voti (il 18,93%). Per saperne di più clicca qui

 Per saperne di più clicca qui

CASTELFRANCO: E' BALLOTTAGGIO GARGANO-AMICUCCI

«Che la Lega fosse lanciata lo sapevamo - ragiona - Anche noi ci siamo mobilitati e ora chiederemo ai nostri sostenitori uno sforzo in più. Il ballottaggio era un’eventualità possibile. anche l’alleanza di centro destra per Amicucci è soddisfatta del risultato. Per saperne di più clicca qui

NONANTOLA: LA REGINA E' ANCORA FEDERICA NANNETTI

È Federica Nannetti a trionfare per la seconda volta a Nonantola. Eletta con il quasi il 60,02% (4892 voti) dei voti, la sindaca uscente festeggia il bis. La percentuale raggiunta è frutto dei voti della lista del Partito Democratico che si è aggiudicata il 43,21% (3441 voti) e quella civica “Una mano per Nonantola” che ha raggiunto il 16,19% con 1289 voti. Per saperne di più clicca qui

SPILAMBERTO COSTANTINI CONFERMATO

Con un netto 48,42% di preferenze, e forte di 3.084 voti , Umberto Costantini, alla guida della lista “Spilamberto con il Centrosinistra”, si riconferma sindaco. Costantini esprime così la propria soddisfazione: «Sono molto felice e gratificato per questo risultato, quando ho deciso di ricandidarmi mi sentivo in dovere, soprattutto per il clima avverso sia in ambito nazionale che internazionale che sussiste tra le forze di sinistra. Per saperne di più clicca qui

A MARANO GALLI DA VICE A SINDACO

È Giovanni Galli di “Energie in Comune” il nuovo sindaco di Marano. Il vicesindaco dell’amministrazione uscente, che faceva capo alla lista civica di centrosinistra sostenuta dal Pd, ha ottenuto il 40,18% per un totale di 1.139 voti. Alle sue spalle si è piazzato Gian Luca Gianaroli di “Uniti per Marano”, gruppo che comprendeva le forze del centrodestra (31,85%, 903 voti). Per saperne di più clicca qui

SAVIGNANO: ESITO INCREDIBILE TAGLIAVINI VINCE PER UN VOTO

Vincere per un solo voto si può, anche in Comune come Savignano che alle urne ha portato 5.060 cittadini. A spuntarla Enrico Tagliavini candidato di “Progettiamo”, lista civica di area centrosinistra. Un risultato incredibile quello che ha permesso al 31enne di battere Rosamaria Carmignano di “Insieme” con in squadra anche il sindaco uscente Caroli. 2.391 voti di Tagliavini contro i 2.390 della concorrenza, 50,01% contro 49,99%. Per saperne di più clicca qui

CASTELVETRO INESPUGNABILE FRANCESCHINI NON HA RIVALI

A Castelvetro si riconferma sindaco Fabio Franceschini, 55 anni, avvocato, con 3076 voti raggiungendo il 55,46% grazie all’appoggio della lista civica Castelvetro Futuro Comune. Vince con un netto vantaggio sugli altri candidati che sono Lorenzo Fiorentini sostenuto dalla lista della Lega che ottiene 1783 voti con il 32,15% e Cristiana Nocetti con la civica “Centro Destra per Castelvetro” che totalizza 687 voti raggiungendo il 12,39%. Per saperne di più clicca qui

APPENNINO

A FANANO UN PLEBISCITO PER MUZZARELLI

Con il 70,61% l’uscente è il più votato del Modenese e uno dei primi in regione. Lo sconfitto Forni: «Verdetto chiaro» Per saperne di più clicca qui

MONTESE ZACCARIA SENZA RIVALI

«La giunta precedente lascia un tesoretto per Polo scolastico, residenza per anziani, palestra e nuova Casa della Salute» Boom di schede nulle: 451 Per saperne di più

LAMA MOCOGNO PASINI TORNA SINDACO DOPO 15 ANNI

Bel “combattimento” elettorale a Lama Mocogno, dove la vittoria si è decisa per 81 voti su un totale di 1.654. Ad avere la meglio è stato Giovanni Battista Pasini, che con la lista “La Scalinata” (con la presenza anche del sindaco uscente Fabio Canovi) ha portato a casa il 52,57% dei consensi (829 voti) Per saperne di più clicca qui

PRIGNANO FANTINI SI RIPRENDE IL MUNICIPIO

Dopo quella di Muzzarelli a Fanano, la seconda vittoria più “plebiscitaria” in Appennino è quella del dottor Mauro Fantini a Prignano: con il gruppo di “Futuro per Prignano” si è aggiudicato il 67,63% dei consensi (1.550 voti) a fronte del 32,37% raggiunto da Ennio Bonilauri (742 voti) con la squadra di “Noi Insieme per Prignano” forte dell'appoggio di tutto il centrodestra (con i simboli di Lega, FI e Fdi) ma più che doppiato. Per saperne di più

FRASSINORO COLPO DI SCENA CAPELLI SUPERA PIERAZZI

Colpo di scena elettorale a Frassinoro, dove Oreste Capelli ha scalzato il sindaco uscente Elio Pierazzi, che per la prima volta perde una competizione elettorale. Lo sfidante, medico 62enne, ha raggiunto il 55,59% dei consensi (661 voti) con la civica “Guardare oltre”, mentre il primo cittadino uscente non è andato oltre il 44,41% (528 voti) con il gruppo di “Un avvenire comune” Per saperne di più

RIOLUNATO CONTRI PROMOSSA PER 17 VOTI

Riconferma al fotofinish per Daniela Contri alla guida di Riolunato con il gruppo di "Viviamo Rio": il sindaco uscente si è aggiudicato il bis per soli 17 voti. Si è rivelata ancor più combattuta del 2014 la sfida per il Comune più piccolo del Frignano (solo 710 elettori) ma che conferma la sua vivacità politica. Per saperne di più clicca qui

NIENTE RIBALTONE A PIEVEPELAGO: FERRONI AL TERZO MANDATO

Era la sfida più affollata tra i paesi dell'Appennino: con tre candidati in corsa Pievepelago ha dato vita al confronto probabilmente più sentito sul territorio, in una campagna elettorale particolarmente intensa. Per saperne di più clicca qui

MONTECRETO RESTA A BONUCCHI

Leandro Bonucchi si conferma alla guida di Montecreto, al termine di una campagna elettorale particolarmente intensa e anche dura, in certi passaggi del confronto tra i due schieramenti. Il sindaco uscente con la compagine della lista civica “Per Montecreto”, profondamente rinnovata rispetto al 2014, guadagna il bis con il 56,56% (345 voti) sulla sfidante Nadia Bonucci, che col gruppo di “Fiducia in Comune” si è fermata al 43,44%  Per saperne di più clicca qui

NIZZI TORNA SINDACO A FIUMALBO

Alessio Nizzi torna sindaco a Fiumalbo, il paese che ha guidato dal 2009 al 2014. La sua lista “Uniti per Fiumalbo”, appoggiata dichiaratamente dalla Lega, lo ha portato alla vittoria con il 64,86% del voti (550), facendolo il secondo sindaco più votato dell'Appennino (dopo Stefano Muzzarelli). Per saperne di più