Gay pride a Modena, Il ministro della famiglia: "Bene la processione riparatoria"

Il ministro della famiglia Lorenzo Fontana approva e incoraggia 'la processione di riparazione' per il Gay pride in programma a Modena sabato.

MODENA - Il ministro della famiglia Lorenzo Fontana approva e incoraggia 'la processione di riparazione' per il Gay pride in programma a Modena sabato.

Gay Pride a Modena, il ministro Fontana: "Spero nessuno ostacoli la processione riparatoria"

Mentre il comitato organizzativo dell'evento modenese, a partire dal circolo arcigay matthew shepard presieduto da francesco donini, riepiloga oggi in conferenza stampa i dettagli della manifestazione dell'1 giugno, con uno stand ufficiale arcobaleno attivo al Novi Sad,

il ministro viene sollecitato a Modena dal comitato "San Geminiano vescovo", che lo ha intervistato qualche giorno fa a un incontro a sostegno del candidato sindaco del centrodestra Stefano Prampolini (sconfitto ieri al primo turno).

In un video, pubblicato anche nel sito della casa editrice cattolica "Radio Spada", fontana parla al fianco di Alberto Bosi, giovane candidato leghista che entrerà nel nuovo consiglio comunale, ed evidenzia rivolto al comitato: "Certamente è condivisibile che voi facciate questa processione, anche se spesso si dice che non bisogna ostentare simboli religiosi.

Ultracattolici in processione contro il Modena Pride: due donne rispondono con un bacio

Anche la processione ha un valore religioso e sono felice- sorride il ministro al fianco di bosi- che la facciate. In bocca al lupo quindi, e speriamo che nessuno pensi di poter impedire una manifestazione democratica. Fate del vostro meglio, anche perchè i valori cristiani sono alla base della nostra identità e tradizione: bisogna cercare di sostenerli", conclude il ministro della famiglia.