Arriva il caldo a Modena: mappati gli anziani

L'Asl prepara il piano estate sicura. Sotto osservazione quasi seimila persone

MODENA. Numero verde per le urgenze, mappatura delle persone più a rischio e consigli su come affrontare il caldo estivo. Dal 1 giugno è scattato il piano estate sicura, che prevede una serie di azioni predisposte dal comune, ausl e associazioni di volontariato per tutelare soprattutto gli anziani che, insieme ai bambini, soffrono maggiormente le alte temperature della stagione estiva.

Sono attivi servizi di cure e pasti a domicilio sulla base di un 'criterio del rischio' per il quale è stata tracciata una mappa degli anziani con più di 75 anni che vivono soli o con altri anziani e non hanno figli residenti in città. Nello specifico, spiega una nota del comune di Modena, sono oltre 5.800: 3.900 vivono soli e gli altri 1.900 con un coniuge altrettanto anziano.

Gli elenchi sono già arrivati ai medici di medicina generale così da tenere sotto controllo i casi più a rischio. In più, ogni settimana sarà monitorato anche l'accesso degli anziani al pronto soccorso. Fino al 15 settembre poi si può ricorrere anche al numero verde dedicato (800-493797), che offre accoglienza e ascolto agli anziani in difficoltà psicologica per via dell'isolamento, facilita l'attivazione dei servizi sociali o sanitari, fornisce informazioni su servizi e farmacie e attiva il pronto intervento.

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 Alle 13 (lunedì e giovedì anche 14.30-18); Negli altri orari è possibile lasciare un messaggio per essere ricontattati. Inoltre, nei periodi con ondate di calore più elevate l'unità di crisi (composta dai medici di medicina generale, la protezione civine e il settore delle politiche sociali del comune) attiverà una rete di servizi in caso di allarme, come punti climatizzati e deciderà le azioni da intraprendere.