Modena. Oltre mille euro di spesa per le multe già annullate

Il giudice aveva cancellato le 61 sanzioni Ztl a causa di una svista del Comune Ma ora un residente del centro ha ricevuto il salato “conto” per le notifiche 



MODENA. Un’incredibile storia che sembrava essersi conclusa con un lieto fine ma, pochi giorni fa, l’amara sorpresa di un’ulteriore multa di 1277 euro di cui 1037 euro per «spese di notifica di 61 verbali precedenti». Ma andiamo con ordine.


Nel 2014 il Comune di Modena si dimentica di avvisare i possessori del pass per accedere alla zona a traffico limitato della sua prossima scadenza, un pass che va rinnovato ogni anno. Tantissimi cittadini non rifanno il permesso e, di conseguenza, iniziano a raccogliere una serie infinita di multe. Le telecamere dello “Ztl” non perdonano ed iniziano a pizzicare tutti coloro che entrano nel centro storico senza il tagliando regolare, anche quelli che, effettivamente, risiedono nel centro storico modenese.

Entrando ed uscendo più volte al giorno con le loro automobili. Il numero dei soggetti colpiti inizia a crescere sempre di più, così come quello delle multe che iniziano a cadere a pioggia. I postini consegnano plichi contenenti più multe ogni giorno, conoscendo di persona tutti i malcapitati che vedono una sorta di processione quotidiana verso i loro campanelli. I cittadini, quindi, si uniscono e decidono di interpellare il Giudice di Pace per trovare una soluzione perché, le multe da pagare, sono arrivate a cifre esorbitanti. Il Giudice, nel 2016, dà ragione ai cittadini in ragione della loro «buona fede», in quanto hanno «posto in essere le successive violazioni perché ignoravano, per carenza di informazioni, di tenere un comportamento antigiuridico».

Il Giudice, dunque, perdona i cittadini disattenti ed ingiunge al pagamento di una sola multa, anche se uno ne aveva raccolte più di 100. Alla fine vissero tutti felici e contenti, fino a pochi giorni fa.

La Prefettura invia a casa di uno di quelli che aveva vissuto la storia delle centinaia di multe un’ingiunzione di pagamento per tutti i verbali che la polizia gli ha inviato nel 2014, le multe per il transito irregolare nella zona “Ztl”. Nel caso in questione sono 61 le tanto temute letterine verdi consegnate a casa del cittadino (molte delle quali contenevano più multe, anche più di 10 per ogni plico) e le spese di notifica affrontate dalla Polizia sono 17 euro cadauna. 1037 euro quindi, una cifra elevatissima che nessuno si immaginava di dover pagare, specialmente tre anni dopo che sembrava esser calato il sipario su questa vicenda. La lettera del Prefetto ricorda il pagamento dell’unica multa per i fatti del 2014, riportando la motivazione del Giudice di Pace che assolve il cittadino dal pagamento di tutte le successive violazioni, ma aggiungendo «1037 euro (17 x 61) per le spese di notifica dei predetti verbali». Una situazione paradossale perché le precedenti multe sono state cancellate e, quindi, a rigor di logica anche le spese di spedizione che ha sostenuto il Comune. Spetterà ancora una volta al Giudice di Pace decidere se il cittadino dovrà o meno pagare questa ulteriore sanzione. —