Sassuolo In duemila per l'addio a Veronica e Otilia

Tantissimi amici, parenti e conoscenti delle famiglie delle giovani vittime dell'incidente in A1 si sono radunate nel duomo di San Giorgio

SASSUOLO. Circa 2mila persone si sono radunate nel duomo di San Giorgio per l'ultimo saluto a Veronica Fili  e Otilia Camelia Ceornodolea, le giovani vittime decedute giovedì scorso nel tragico incidente avvenuto sull'A1.

Con loro è morta anche Zainaba El Aissaoui, la cui salma verrà trasferita in Marocco, sua patria natia. Unica superstite del tamponamento fatale è stata Souaad, sorella di Zainaba, tuttora ricoverata al Maggiore di Bologna, ma miracolosamente non più in pericolo di vita.

Tragedia di Sassuolo, il padre di Veronica: "Adesso ci dobbiamo salutare, ciao amore mio"

Sassuolo non dimenticherà le sue giovani “figlie”, continuerà a ricordarne i sorrisi, non mancherà di stare accanto alle loro famiglie. Il duomo era gremito di persone non  divise da religioni e culture diverse ma al contrario saranno unite da un dolore profondo, lacerante.

Commovente l'omelia del parroco Giovanni Rossi, che ha concelebrato insieme ai religiosi di tutta la città. E altrettanto toccante la musica scelta per accompagnare l'addio alle due giovani, le cui bare erano poste l'una accanto all'altra, ricoperte di fiori bianchi, rosa e rossi.