Modena, aprono la cassaforte della ditta e se ne vanno con due furgoni

Colpo notturno da almeno 20mila euro alla Nuova C.E. in via Padre Torres Nel forziere c’erano le chiavi dei mezzi. Rubati anche quattro computer

MODENA. Non c’è pace ai Torrazzi. Questa volta è andato a segno un colpo da almeno 20 mila euro. La zona artigianale, fiore all'occhiello dell'economia produttiva modenese per la presenza massiccia di piccole e medie imprese, continua a subire l'assalto notturno o dei ladri. Residenti e imprenditori fanno quello che possono, cercando di effettuare anche passaggi notturni a difesa dello loro proprietà, ma i malviventi sanno fare bene il loro mestiere e aspettano il momento opportuno per agire. Per questo morivo, ora più che mai, si alza dai Torrazzi la richiesta di telecamere di sicurezza, che potrebbero essere sapientemente collocate alle quattro entrate-uscite della zona, in modo da vedere i passaggi di chi compie le scorribande.

A finire nel mirino questa volta è stata la ditta Ñuova C.E. Costruzioni elettriche Snc , un’azienda storica che opera nel campo della realizzazione di impianti per il settore dell’automazione e che da poco si è trasferita nel nuovo capannone in via Padre Torres. «Sono passati dal retro, forzando il portone del capannone - spiega la titolare Anna Serafini - per poi raggiungere la zona degli uffici. Qui hanno s aperto e svuotato le macchinette delle bibite, hanno aperto e frugato in tutti gli armadietti dei dipendenti, si sono impossessati di quattro personal computer nuovi e poi si sono accaniti contro la cassaforte a muro. A forza di colpi l’hanno quasi smurata per poi aprirla: all'interno c’erano 50 euro ma anche le chiavi di due nostri furgoni, un Doblò e un Peugeot partner. Prima il vecchio capannone dava su cortili con residenti, ora non più...». Il bottino, secondo le prime stime, ammonta ad almeno 20mila euro—