Imu e Tasi sulle seconde case: Modena tra le città più care

L’aliquota è all’11,4 per mille al pari di altri 10 capoluoghi tra cui Milano e Roma Ma i costi complessivi risultano di poco inferiori rispetto alla media nazionale

MODENA. Domenica oltre 25 milioni di proprietari di immobili diversi dall’abitazione principale, di cui il 76% lavoratori dipendenti e pensionati, dovranno presentarsi alla “cassa”, per pagare l’acconto dell’Imu/Tasi. Dopo l’abolizione della Tasi sull’abitazione principale, quest’anno l’acconto sarà di 10,1 miliardi di euro (20,2 miliardi di euro in totale) secondo il Rapporto Uil su Imu e Tasi elaborato dal Servizio Politiche Territoriali della Uil.

«Il costo medio dell’Imu/Tasi su una seconda casa - spiega Guglielmo Loy, segretario Confederale Uil - sarà di 1.070 euro medi (535 euro da versare con l’acconto), con punte di oltre 2mila euro nelle grandi città. Se si prendono in considerazione i costi dell’Imu/Tasi sulle prime case, cosiddette di lusso, (abitazioni signorili, ville e castelli), il costo medio sarà di 2.610 euro (1.305 euro l’acconto di giugno), con punte di oltre 6mila euro. Anche se sull’abitazione principale non si pagano più le imposte - continua Loy - per 3,5 milioni di proprietari non è proprio così.

Si tratta di coloro che possiedono una seconda pertinenza dell’abitazione principale della stessa categoria catastale (cantine, garage, posti auto, tettoie) per la quale l’Imu/Tasi va versata con l’aliquota che spesso è quella delle seconde case, con costi medi di 55 euro, con punte di 110 euro. La media dell’aliquota applicata per le seconde case ammonta al 10,53 per mille, e in molti Comuni (480 municipi di cui 20 Città capoluogo) viene confermata “l’addizionale TASI” (fino ad un 2 massimo dello 0,8 per mille), introdotta per finanziare negli scorsi anni le detrazioni per le abitazioni principali».

LA SITUAZIONE A MODENA

Analizzando nello specifico la situazione modenese si nota come il costo di Imu e Tasi per la seconda casa è di 1009 euro, che diventa di 2501 per una casa principale di lusso. Per quanto concerne le aliquote sulla seconda casa l’Imu è al 10,6 per mille, la Tasi allo 0,8. Modena è una delle 18 città ad aver confermato l’addizionale della Tasi sugli altri immobili, per cui, in questi Comuni, le aliquote superano quella massima dell’Imu (10,6 per mille): le altre città sono Roma, Milano, Ascoli, Brescia, Brindisi, Matera, Potenza, Rieti, Savona, Verona . —