Modena, la tabaccheria I Tarocchi chiude dopo 47 anni

Sauro e Anna Maria, storica coppia, ringraziano la città: «Il centro è cambiato ma non la “nostra” comunità modenese»

MODENA. Dopo quasi mezzo secolo, 47 anni per la precisione, ha chiuso i battenti la tabaccheria I Tarocchi in via Emilia Centro, nel cuore della città, sotto al portico nel tratto tra piazzetta delle Ova e via Scudari. E la città perde una coppia a cui non si poteva non affezionarsi: gentili, affabili, professionali e sopratutto sempre disponibili, Sauro Natali e Anna Maria Mescoli sapevano trasformare quel pur piccolo spazio in un luogo affascinante, come fosse uno scrigno dove trovare tesori, tentare la fortuna, assaporare tabacchi d’oltre oceano accanto a gadget della nostra città. Quell'inevitabile “Vuole un biglietto”, che suggeriva, anzi esortava il cliente a tentare la fortuna con un immancabile Gratta e Vinci ora resterà solo un ricordo, anche se il luogo resterà una tabaccheria a gestione modenese. I Tarocchi, luogo della sorte, così come la sorte ha voluto che scoccasse la data in cui era ormai opportuno abbassare le saracinesche: Sauro, 70 anni, si stava recando in tabaccheria come sempre, in motorino, sempre dal centro in cui la coppia vive. Un banale incidente gli è costato la rottura di tibia e perone. Intervento chirurgico riuscito, le ferie, i lunghi tempi di riabilitazione: «Abbiamo deciso - spiegano i due - che era arrivato il momento di smettere. Lo avevamo già pensato, ma dopo tanto tempo eravamo affezionati al nostro lavoro, al centro storico, a tutti i nostri clienti che ci hanno accompagnato in tutti questi anni».

«Abbiamo visto Modena mutare - raccontano - e diventare sempre più turistica, ma i modenesi, la nostra comunità è rimasta sempre bellissima e questo è un onore per noi che l’abbiamo servita. Ringraziano ancora tutti i modenesi». Dispensatori di fortuna, uno dei loro “biglietti” nel 2009, una volta grattato portò nelle tasche del vincitore ben due milioni di euro. —