Modena. Scatena finimondo al bar e manda all’ospedale quattro agenti: arrestato

Calci, pugni, urla, equipaggi della Volante arrivati in via Vignolese di gran carriera, una violenta colluttazione e almeno quattro agenti al pronto soccorso

MODENA. Calci, pugni, urla, equipaggi della Volante arrivati in via Vignolese di gran carriera, una violenta colluttazione e almeno quattro agenti finiti al pronto soccorso per sottoporsi a cure necessarie.

Alla fine sono scattate la manette ai polsi di un ventisettenne rumeno, arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e per lesioni.


Teatro della vicenda il bar Ideal di via Vignolese, da cui, a metà pomeriggio di ieri, era arrivata una chiamata molto allarmata alla centrale di polizia. Era lo stesso titolare del locale che chiedeva aiuto alle forze dell’ordine perché stava avendo una lite, nata per non precisati motivi con questo cliente, molto probabilmente sotto l’effetto di pesanti libagioni alcoliche. la situazione stava precipitando e lui temeva per la sua incolumità e per quella degli altri avventori.

Il 27enne, non appena ha visto entrare gli agenti (la prima pattuglia è arrivata poco dopo la chiamata perché stava effettuando controlli in zona), non si è affatto calmato, rispondendo invece con atteggiamento aggressivo ad ogni richiesta di mostrare documenti, di stare calmo e di abbandonare ogni intento “bellicoso”. Il giovane quindi si è scagliato contro gli agenti (nel frattempo erano arrivate pattuglie di rinforzo) e sono volati parecchi colpi. Alla fine il rumeno è stato, con grande fatica, ammanettato e portato in questura. Almeno quattro poliziotti, come accennato, sono finiti in ospedale, con prognosi non importanti, per curarsi le ferite che il giovane aveva loro procurato.

Un altro arresto, questa volta effettuato dalla polizia municipale, è arrivato a seguito di mirati controlli del territorio. Si tratta di un 25enne del Gambia, irregolare sul territorio italiano dal 2018 e con precedenti per furto aggravato.

Gli agenti del Nucleo problematiche del territorio, che controllavano la zona, lo hanno sorpreso nella zona della stazione dei treni (all’intersezione tra via Mazzoni e via Nicolò dell’Abate) mentre stava cedendo due dosi di cocaina per una quarantina di euro ad un italiano, poi segnalato alla Prefettura come assuntore. Il 25enne è stato processato l’altro giorno per direttissima: il giudice ha convalidato l’arresto e ha disposto la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Modena. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI