Ladri allo stadio di Finale, maxi bottino

Volontari disperati: "Ci hanno portato via tutto quello che serviva per far giocare i bambini"

FINALE. Hanno lavorato per diverse ore, prima ispezionando l’intera struttura e poi decidendo come muoversi. I ladri hanno colpito allo stadio di via Di Sotto dove è in corso il summer camp organizzato da Archilabò e Junior Finale e dove si svolge l’attività calcistica del club giovanile locale. Un’incursione studiata e portata a termine anche con l’utilizzo di un furgone come dimostrano le impronte degli pneumatici sull’erba e l’ingente bottino trasportato altrove. All’appello manca un prezioso trattorino tagliaerba usato dai volontari per tenere in ordine la struttura comunale, un “pinguino” per refrigerare gli spazi utilizzati dai bambini del summer camp “E... State a Finale”, una tv, diversi generi alimentari e anche due ventilatori da soffitto, accuratamente smontati e staccati dai cavi elettrici con l’utilizzo di una scala. . Armeggiando con un seghetto, abbandonato a terra, la banda ha tagliato il pesante lucchetto che chiude il cancello principale oltre a quello della rimessa in cui era custodito il trattorino, che deve essere stato spinto a mano per oltre 200 metri, trovandosi dalla parte opposta dello stadio e data l’impossibilità di accenderlo per non svegliare chi abita nei paraggi.

«Il bottino è importante - hanno detto i volontari ieri mattina, alcuni dei quali in lacrime a causa dello sconforto - per una associazione come la nostra che si impegna a fare calcio per i bambini e attività sociale nelle scuole. Ringraziamo i carabinieri di Finale che si sono subito attivati dopo la nostra segnalazione, ma lanciamo un appello a chi può aiutarci a ricomprare attrezzatura per noi indispensabile. Speriamo che i finalesi ci siano vicini, questa volta ancora di più rispetto a quanto già fanno ogni volta». —


M.P.