In vacanza al Lido Pomposa va in acqua, grida e annega

Bonaventura Giordano, conosciuto 76enne di Sorbara di Bomporto, era al mare con la moglie. Soccorsi inutili. Esami medici per stabilire le cause del decesso, poi il funerale



Un’altra tragedia in mare al Lido di Pomposa.


Bonaventura Giordano, pensionato 76enne residente a Sorbara in via Del Chianti, nativo di San Valentino Torio (Salerno), è deceduto, poco dopo le 9 di ieri, mentre era in acqua all’altezza del bagno Ischia.

Restano ancora da chiarire le cause, anche se le grida di aiuto di Giordano, udite dai primi bagnanti in spiaggia, lasciano ipotizzare che l’anziano sia annegato.

«Eravamo appena arrivati in spiaggia – spiega Cesare Scarpa, assistente ai bagnanti – quando si sono sentite grida di aiuto provenire dal mare. Subito il bagnino Simone Biavati si è precipitato con il collega Morris Bellini e quando ha raggiunto l’anziano, lo ha purtroppo trovato a galla, immobile, a testa in giù».

Biavati ha caricato Bonaventura sul moscone, da dove, con l’aiuto del collega, sono partiti i tentativi di rianimare il turista, poi proseguiti sulla battigia per un’ora e mezza, ma invano. Dalla spiaggia nel frattempo è stato lanciato l’allarme e in pochi minuti sono arrivati i soccorritori dell’ambulanza di Comacchio, dell’automedica dell’ospedale del Delta e dell’eliambulanza, decollata dall’ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna. Come da protocollo, è intervenuta anche un’unità da terra della Guardia Costiera .

«Ci siamo alternati con i soccorritori – prosegue Cesare Scarpa – ma né il defibrillatore sottocutaneo né quello in dotazione nella postazione di salvataggio hanno mai scaricato. Siamo molto colpiti: conoscevamo quel turista da anni. Era gioviale, ci sfidava a fare le flessioni ed era appassionato cercatore di cozze tra gli scogli, anche se noi gli avevamo sempre riferito che è vietato».

Al momento del recupero in mare, Bonaventura aveva i guanti per la raccolta delle cozze infilati nel costume.

La tragedia ha suscitato sgomento e cordoglio al Bagno Ischia dove il pensionato sorbarese era molto conosciuto e dove era in vacanza con la moglie. Bonaventura lascia anche il figlio Saverio. Eseguita l’autopsia per accertare le esatte cause della morte, verrà fissato il funerale, per l’estremo saluto della comunità bomportese. —