Modena, travolto da auto in rotatoria, cicloamatore gravissimo

Alla rotonda tra strada Morane e Vaciglio: il 49enne sbalzato ha battuto la testa. Era diretto ad un vicino raduno di appassionati. È ricoverato in terapia intensiva 

MODENA. Un cicloamatore modenese di 49 anni è ricoverato in gravissime condizioni a Baggiovara dopo che, in bicicletta, è stato investito da un’auto mentre percorreva la rotonda di strada Morane-Vaciglio, quella delle botti per intenderci.

A.S. è stato sbalzato dalla sella della bici da corsa e ha battuto violentemente la testa sull’asfalto.


Ben poco ha potuto il caschetto protettivo che regolarmente indossava: i medici dell'ospedale di Baggiovara, dove è stato trasportato d’urgenza, hanno subito sottoposto ad un delicato intervento chirurgico il 49enne per poi ricoverarlo nel reparto di terapia intensiva. La prognosi, alla luce del complesso quadro clinico, è riservata.

L’incidente è avvenuto ieri poco prima delle 8. È probabile che il 49enne volesse raggiungere l’abitato di Vaciglio: poco distante dalla rotonda su strada Bellaria (o Statale 12) infatti, vista la giornata di sabato e il clima vacanziero ferragostano, vi era un consueto raduno di cicloamatori, pronti poi ad avventurarsi lungo le colline del nostro territorio in percorsi più o meno impegnativi.

Il ciclista dunque stava percorrendo la rotonda per raggiungere strada Vaciglio quando è sopraggiunta un’auto. Si tratta di una Lancia Y, condotta da una 38enne italiana che abita in città: proveniva da via Bellaria ed era diretta verso Modena, verso le altre rotonde, la via Emilia.

L’utilitaria si è pertanto immessa nella rotatoria Morane-Vaciglio quando è avvenuta la collisione con la bici da corsa del 49enne.

In base ad una prima ricostruzione da parte degli agenti dell'infortunistica della polizia municipale, in circostanze comunque da chiarire l’auto ha urtato con la parte anteriore sinistra la ruota posteriore della bicicletta.

A causa del colpo il cicloamatore è volato in avanti, è stato sbalzato dalla sella ed è rovinato sull’asfalto, rimanendo al centro della rotatoria. Nonostante il caschetto protettivo, il trauma ala testa è stato molto forte.

Il traffico si è subito rallentato e si è messa in moto la macchina dei soccorsi: sin da subito parecchi amici cicloamatori si sono portai sul posto, cercando in qualche modo di aiutare il loro sfortunato “collega”. Poi sono arrivate l’ambulanza e l'auto-medica del 118: i soccorritori hanno stabilizzato il 49enne apparso sin da subito gravissimo.

Come avviene sempre in queste circostanze, sono in corso accurati accertamenti sulla dinamica di questo ennesimo incidente che vede coinvolto un ciclista lungo le nostre strade: alla polizia municipale spetterà di verificare da dove si è immesso il 49enne e se avesse o meno l’obbligo di percorrere il sovrappasso ciclo-pedonale. —