Modena Ancora danni per il maltempo A Grandemilia cade controsoffitto

L’acqua ha messo in crisi la zona di Cittanova e Ponte Alto, chiusi due sottopassi Nel centro commerciale problemi per Oviesse e Tezenis: infiltrazioni dal tetto

MODENA. È piovuto, certamente in maniera insistente, ma non si può certo dire che sia stata una perturbazione tra le più epiche. Eppure i danni da maltempo sono arrivati anche in questa occasione.

La zona più colpita è stata quella tra Cittanova e Ponte Alto, dove ci sono stati diversi disagi anche legati alla viabilità. La pioggia è cominciata a scendere attorno alle 20, e da quel momento si è accumulata con insistenza sul terreno, tanto da rendere necessaria la chiusura di due sottopassi: via Regina Pedena e via Emilia Ovest (ingresso centro commerciale parcheggio Grandemilia) sono rimasti chiusi per diverse ore anche ieri: alle 13 la polizia municipale ha riaperto quello di via Emilia Ovest, alle 16 ha ravvisato che ci fossero le condizioni anche per ristabilire la regolare viabilità in via Regina Pedena.



In precedenza era stato riaperto al traffico anche il sottopasso di via Mario Capitani chiuso, come gli altri due, in seguito alle piogge della serata di sabato.

Danni anche a Grandemilia, e non è purtroppo la prima volta che succede.

Nelle settimane scorse c’era già stato un episodio simile sempre al centro commerciale di Cittanova, quando a cadere fu un controsoffitto nella zona dell’Oviesse. Sabato il controsoffitto è caduto invece nella zona di Tezenis, dalla parte opposta della galleria dei negozi: lastre a terra, per fortuna nessun ferito perchè la caduta è avvenuta quando il negozio era chiuso. Acqua è caduta sui vestiti in esposizione e la sorpresa non è stata di quelle belle per le commesse che ieri mattina volevano riaprire puntualmente il negozio.

È rimasto chiuso anche Oviesse, sempre al Grandemilia, a causa della rottura della centralina elettrica, con tutta probabilità causata sempre da una perdita d’acqua. E qualche secchio, ieri mattina, si è visto in giro per il Grandemilia, cercando di tamponare le perdite dal soffitto.

Ora si tratta di capire se anche altri edifici sono stati danneggiati dalla pioggia dell’altra sera: edifici pubblici, si pensa alle scuole, o ai locali più vecchi dell’ateneo in via Campi, che in questi giorni è a ritmo ridotto.

Gli interventi dei vigili del fuoco, che sono stati impegnati praticamente per tutta la notte, hanno riguardato soprattutto piccoli allagamenti nei piani bassi, garage e cantine. Anche in questo caso, per fortuna, senza feriti.

Magra consolazione arriva dalle previsioni: per i prossimi due giorni, infatti, non sono previste piogge; domani temperature attorno ai 30 gradi, martedì ancora più caldo, quando il termometro raggiungerà anche i 33 gradi. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI