Contenuto riservato agli abbonati

Carpi, lanciano sassi alle auto e ne colpiscono una: «Abbiamo avuto paura»

Patrizia Marchetti rientrava a casa da Quartirolo quando l'auto su cui viaggiava col marito è stata centrata come bersaglio

Un tranquillo rientro a casa da una serata trascorsa a guardare il figlio che aveva appena giocato a softball a Quartirolo correva il rischio di trasformarsi in un incubo per una coppia di Medolla.

In via Canalvecchio, a Cibeno, l’Opel Crossland su cui stavano viaggiando è stata bersagliata da un sasso lanciato da un ragazzo su una bicicletta, che si trovava in compagnia di altri giovani. Il gruppo, quando l’auto ha cercato di inseguirlo, si è dileguato.


«Abbiamo visto un ragazzo alto, con i capelli ricci, su una mountain bike nera, lanciarci un sasso che ha colpito il telaio dell’auto, fortunatamente - racconta Patrizia Marchetti, che si trovava sull’Opel insieme al marito - Abbiamo passato attimi di terrore quando il sasso ha colpito la lamiera vicina al vetro anteriore. È stato istintivo cercare di inseguirli, mentre chiamavamo il 113. Solo che siamo stati bloccati dai jersey che delimitavano la strada, rendendola chiusa. Ricordo, oltre al ragazzo, almeno altri tre, com’era chiaro dai fanali accesi delle biciclette».

Patrizia lancia un appello: «Se qualcuno fosse rimasto vittima dello stesso episodio, vorrei essere contattata. Una signora ha detto di essere stata colpita la sera precedente. Non vorrei essere aggressiva contro questi ragazzi, ma, da mamma, vorrei fare capire loro che possono cercare un modo alternativo per trascorrere il sabato sera». —

S.A.