Modena,  Mo.Ka Caffé alla terza spaccata: razzia di sigarette ai Torrazzi

I ladri sfasciano a mazzate la porta sul retro e portano via stecche per migliaia di euro. Colpo simile a quello di Fiorano

MODENA. Terza spaccata in un anno al Mo.Ka Caffé, il bar sulla tangenziale all’uscita dei Torrazzi. Ancora una volta i ladri hanno distrutto parte del locale per entrare e razziare sigarette e “gratta e vinci”. Se l’ultima volta, in giugno, hanno devastato mezzo locale con un’auto ariete, questa volta hanno sfasciato la porta sul retro a mazzate portando via sempre lo stesso bottino per un valore di svariate migliaia di euro. Ancora una volta la triste scoperta è toccata a Monica e Katia, le proprietarie del bar che ieri, avvilite, hanno sporto denuncia ai carabinieri e poi chiuso il locale per ripararlo.

Il Mo.Ka Caffé è un locale frequentato nelle giornate lavorative dai guidatori di passaggio ai Torrazzi in direzione Bologna-Milano. Anche dai ladri, evidentemente, dal momento che hanno deciso di prenderlo di mira in modo ossessivo e violento, sfasciando e lasciando ingenti danni da pagare. Un accanimento che ha qualcosa di inspiegabile: tre colpi in un anno.


Questa volta, sempre nel cuore della notte, tra venerdì e ieri non sono andati al lato o davanti come le altre volte, ma sul retro. Lì si trova una porta di servizio che non dà nell’occhio. Chi passa in tangenziale non vede nulla e a quell’ora la zona è completamente deserta.

Infatti non si sono neanche premurati di far piano: a mazzate - probabilmente una mazza da baseball - hanno sfasciato la porta. Almeno quaranta colpi, come appare sulla video sorveglianza.

Poi una volta dentro hanno razziato, come al solito, stecche di sigarette e “gratta e vinci”. Anche questa volta il bottino è ingente e ci sono costosi danni collaterali da pagare. I ladri sono stati ripresi dalle telecamere di sorveglianza e ora i carabinieri stanno cercando di identificarli. Nei due colpi precedenti i danni erano decisamente maggiori. L’ultima incursione, in giugno, aveva devastato una parte intera del locale e del suo arredo.

Un colpo simile è stato compiuto nei giorni scorsi anche a Fiorano. I ladri hanno usato una Fiat Panda rubata come auto ariete per sfasciare la vetrina del bar Paolo, un locale che conta già una ventina di colpi in trent’anni di attività. La razzia, a sua volta è identica a una compiuta poco prima a Ubersetto. Sempre le stesse mani? —

C.G.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI