Castelfrigo va all’asta con base di 8,3 milioni

Fissata per il 21 novembre l'asta della Castelfrigo di Castelnuovo, l’'azienda di lavorazione di carni suine dichiarata fallita in Tribunale a Modena il 23 settembre.

La sezione fallimentare del Tribunale ha fissato l'asta della società sulla base di un prezzo iniziale di 8,3 milioni di euro per l'unico lotto di beni. Si tratta di macchinari, arredi, attrezzature, giacenze, contratti di lavoro e altro. In presenza di più offerte, si procederà a una gara con rilancio minimo pari a 50mila euro.


L'udienza con il giudice delegato Pasquale Liccardo, presidente del Tribunale, è in programma il 23 gennaio: il curatore assegnato è Stefano Zanardi. Riguardo il quadro occupazionale, dopo che 127 addetti erano stati licenziati e un'altra cinquantina operava tramite contratti di somministrazione, i dipendenti diretti, nel primo trimestre di quest'anno, risultavano 81. —