Carpi, “Crea Si” dona allo staff visita ed ecografia al seno e insegna la prevenzione

L'azienda ha invitato in azienda un medico che ha illustrato le azioni da intraprendere contro l'insorgenza di malattie

CARPI. Una visita senologica e un’ecografia mammaria donata a tutte le dipendenti, che hanno potuto conoscere i benefici della prevenzione direttamente in azienda.

Non ci si occupa solo di moda alla “Crea Si” di Carpi, azienda che progetta collezioni e studio modellistico nel fashion. La titolare Gloria Trevisani, infatti, ha invitato in azienda personale medico a illustrare i vantaggi della prevenzione e non solo: ha regalato alle lavoratrici una visita al poliambulatorio Physios.


«Credo che la mission di un imprenditore sia anche quella di creare benefici per i dipendenti, andando oltre la semplice vita lavorativa, intesa come svolgimento della propria mansione - spiega l’imprenditrice - Le persone trascorrono tanto tempo in azienda e la salute è la cosa più importante. Uno dei nostri obiettivi è proprio tenere in mente questo a tutto tondo. Per questo, per il terzo anno consecutivo, abbiamo deciso di ripetere la lezione in azienda da parte di un medico, quest’anno il dottor Marino, esperto di Senologia, e di donare una visita e un’ecografia. Non solo perché siamo in ottobre, mese della prevenzione, ma perché intendiamo contribuire alla divulgazione delle buone pratiche negli stili di vita». C’è anche un altro obiettivo che Gloria si è prefissa. «Vedere che un piccolo imprenditore come me compie questo gesto spero possa spronare altri professionisti alla guida di un’azienda a fare lo stesso - prosegue Trevisani - Sono convinta che queste azioni ne possano generare altre positive».

Le dipendenti di Crea Si che entro sei mesi potranno sottoporsi alla visita sono 17. «C’è anche un uomo che lavora con noi: anche lui potrà effettuare una visita di prevenzione. Vogliamo che tutti coloro che lavorano con noi, insomma, possano prendersi cura della propria salute» aggiunge Gloria. «L’età media delle nostre lavoratrici è di 35 anni, ma la gamma è molto varia - sottolinea l’imprenditrice - Si va dai 24 ai 57 anni e, comprese in questa fascia d’età ci sono quarantenni, ma anche tante altre. Vorrei che anche le più giovani cogliessero il messaggio che fare prevenzione è importante. A tutte le età. Vogliamo rafforzare la consapevolezza che, solo tramite la prevenzione possiamo contribuire concretamente al benessere delle persone. Grazie, quindi, a Physios e ai dottori Ilves Guidi e Silvio Antonio Marino per averci reso più consapevoli su questo importantissimo tema». —

S.A.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi