Topo nel forno della scuola di Finale e il sindaco dice: «Qui può capitare»

Palazzi: «Siamo in campagna... Installeremo guarnizioni sotto le porte» Riunione per definire buone pratiche ed evitare ulteriori intrusioni nelle classi 

FINALE.  Molti genitori di Massa sono inorriditi nell’apprendere della presenza di topi a scuola, tra cui quello trovato all’interno di un forno della mensa. Del caso se n’è occupato anche il sindaco Sandro Palazzi, che nei giorni scorsi ha avuto una lunga riunione con la referente dell’ufficio Ambiente e i tecnici dell’Area Nord oltre che con l’Ausl.

«Si è generato un cortocircuito iniziale - ammette il sindaco - Quando siamo stati informati della presenza del topo nel forno chi doveva occuparsi della derattizzazione ha cercato di scaricare su altri l’onere di effettuarla. Il caso dal mio punto di vista può definirsi chiuso per il semplice motivo che abbiamo ristabilito le responsabilità operative».


E Palazzi, che in veste di prima autorità sanitaria ha ricevuto la relazione ispettiva effettuata dall’Ausl sollecitata dai consiglieri comunali Andrea Ratti (Pd), Pierpaolo Salino ed Elena Terzi (lista civica), ha messo in fila una serie di buone pratiche.

«Dobbiamo partire da un presupposto: la scuola elementare “Dalla Chiesa” di Massa si trova a ridosso della campagna, accanto ad un’area privata incolta e con erba alta. Quindi è naturalmente più esposta alla presenza di topolini. Non è secondario poi l’aspetto del terremoto che, attraverso gli edifici diroccati, ha dato ospitalità ai roditori. Detto ciò, ci sono alcune attenzioni che vanno rispettate e che tutti gli attori coinvolti devono provare ad osservare. Penso, ad esempio, al provare a tenere chiuse le porte quando non vi è nessuno che le sorveglia. Mi riferisco poi alla sistemazione di trappole che intercettino, nel perimetro esterno della scuola, i topi presenti in zona. E parlo anche della derattizzazione interna all’istituto. Tengo però a precisare che la mensa delle “Dalla Chiesa” non produce pasti internamente, ma è solo un centro di somministrazione quindi non vi sono stati rischi come qualcuno vorrebbe insinuare».

Anche il Comune è pronto a fare la propria parte.

«Non ci tiriamo indietro, consapevoli che abbiamo investito già diverse risorse sulla scuola. Pur non essendo direttamente responsabili, abbiamo già provveduto, attraverso il servizio Manutenzione, ad acquistare speciali guarnizioni da posizionare sotto le porte in modo da azzerare eventuali intrusioni di topi e insetti quando gli infissi sono chiusi». —