Serramazzoni. Vittoria trionfa con i colori della natura

L’opera della bambina della quinta elementare  del plesso scolastico di Selva è risultata prima ad un concorso nazionale 



SERRAMAZZONI Lei si chiama Vittoria, frequenta la classe quinta della scuola primaria dell'Istituto Comprensivo di Serramazzoni, nel plesso di Selva, e tra una lettura e un’operazione matematica, un ripasso di scienze e uno di geografia, ha vinto un concorso nazionale, con un disegno.


«Subito non ci volevo credere – ha esclamato la piccola vincitrice - poi sono ovviamente stata molto felice per me e per i miei compagni. Col mio disegno, ho voluto rappresentare la natura con i suoi bellissimi e molteplici colori, come quelli che noi troviamo nella nostra piccola/grande scuola, dove ci impegniamo ad essere tutti amici ed in armonia, come ci ricordano ogni giorno le nostre insegnanti Armanda e Caterina».

Il bando è stato lanciato in primavera: il network di cartolerie Thinkcreative ha lanciato un concorso valido per tutto il territorio nazionale dal titolo “ThinkColor - Coloriamo la scuola”, nato per stimolare e liberare la creatività e l’espressività artistica manuale e rivolto ai bambini delle scuole dell’infanzia, ma anche primarie e secondarie.

«Abbiamo ricevuto il bando di concorso da Giorgia Malagoli, titolare della cartoleria “L'astuccio” di Serramazzoni – racconta Armanda Lanzotti, una delle docenti di Selva - noi insegnanti di classe, visto l'argomento del concorso, abbiamo aderito con entusiasmo contagiando i nostri alunni, che si sono impegnati a fondo nella realizzazione dei loro elaborati».

Tutti gli elaborati finalisti sono stati esposti al Fico di Bologna e successivamente una giuria di qualità ha decretato i vincitori ed è stata la stessa Malagoli, titolare della cartoleria, a dare l’annuncio della vittoria col nome della vincitrice (nomen omen, dicevano gli antichi) praticamente in diretta, con un post su Fb, a fine ottobre.

Il tema è in linea con uno degli argomenti più “caldi” del programma di educazione ambientale (Infeas) apprivato e destinato alle scuole alla Regione per il triennio 2020-22, che comprende macro aree come la gestione sostenibile delle risorse, i paesaggi umani, gli ecosistemi, la mitigazione e l’adattamento al cambiamento climatico, ambiente e benessere, resilienza e sostenibilità urbana, economia circolare e green economy e cerca di sensibilizzare giovani futuri cittadini su temi e argomenti che vanno dagli sprechi alla salvaguardia della biodiversità, dall’intercultura alla cittadinanza attiva. —