Modena: Spongata allo zampone. Così gli allievi di Serra stupiscono Bottura

Alla rassegna “Lezioni di gusto europeo” la finale nazionale dedicata al miglior piatto con gli insaccati modenesi Igp

MODENA. Torna a parlare modenese l'ambìto premio “Lezioni di Gusto Europeo” dedicato a scuole italiane e tedesche, chiamate a dare prova di estro e creatività con ricette a base di zampone e cotechino. I vincitori della nona edizione della manifestazione in cui il giudice d'eccezione è lo chef Massimo Bottura sono stati due studenti della scuola alberghiera e ristorazione di Serramazzoni, con gli studenti Christoper Magnoni ed Elisa Diaconu, supervisionati dai docenti Alessandra Ferrari e Valerio Cabri. La scelta è stata dura e la battaglia particolarmente combattuta contro un'altra scuola del modenese, lo “Spallanzani” di Castelfranco, altre otto realtà arrivate da tutta Italia e un concorrente tedesco del Romantik Hotel Spielweg di Stoccarda.

L'evento era l'appuntamento clou della giornata di ieri per quando riguarda la nona edizione della festa dello Zampone e del Cotechino Modena Igp e, come prevedibile, l'affluenza di pubblico è stata importante all'interno della tensostruttura in piazza Roma. Tantissimi i telefonini pronti a immortalare il super chef di casa, che con i suoi collaboratori Richard Abouzaki, a sua volta ex studente della scuola di Serramazzoni, e Davide Di Fabio, ha impiegato non poco per scegliere la migliore ricetta. Sul palco si sono avvicendati altri personaggi tra cui il cantante Johnson Righeira e il presidente del consorzio dello Zampone e del Cotechino Modena Igp, Paolo Ferrari: «Quello del concorso – ha spiegato il numero uno dell'organizzazione – è un modo per far conoscere le eccellenze storiche alle giovani generazioni. Il modo migliore era investire nei giovani chef, sperando che tra questi finalisti ci sia un altro numero uno al mondo come Bottura».


I partecipanti erano stati scelti tra 60 scuole e cento ricette dallo stesso patron dell'Osteria Francescana. Il terzetto di chef si è mosso tra una postazione all'alta, dispensando consigli e dialogando con i ragazzi, molti palesemente emozionati. Un giro di assaggi, poi un summit con i collaboratori, infine il ritorno ad assaggiare di nuovo, come dai ragazzi dell'istituto “Caterina Dei Medici” di Gardone Riviera, in provincia di Brescia, arrivati al secondo posto con una frittata di tagliatelle con zampone di Modena Igp, provolone valpadano, spinaci e maionese di zucca nostrana, realizzata da Fran

 
 
  •  
  • 1.38151091.1575750126 Nessun nome *
 
 
 

Titolo *

 

Sommario

 

 

 

 
Tabella dei contenuti e' vuota.
Mostra calendario
 
 

 

Firma

Autore

 
 

Mostra data di pubblicazione

Data di pubblicazione.

La date in cui l'articolo e' stato pubblicato. (Questo non e' collegato al Time State)
 
:

Priorità

1 = più alta, 5 = più bassa

Testo

cesco Molinari e Kevin Bresciani. Terzo gradino del podio a una scuola della provincia di Pistoia: gli studenti Alessandro Marra e Claudia Stefanini dell'istituto “Martini” di Montecatini Terme hanno preparato un cotechino porchettato ispirandosi a una ricetta toscana. Nessuno però ha saputo conquistare Massimo Bottura come la spongata allo zampone Modena Igp dei ragazzi di Serramazzoni, tra l'altro seguiti da un nutrito gruppo di professori e compagni.

«Le buone notizie di oggi – ha commentato Bottura – sono la qualità eccellente di questi piatti, realizzati da ragazzi tra i 17 e i 19 anni, e la proposta del presidente Ferrari di coinvolgere dal prossimo anno scuole di tutto il mondo, tra cui Gran Bretagna, Francia, Giappone e Paesi del Sudamerica». Menzione d'onore infine all'istituto “Buscemi” di San Benedetto del Tronto e a Florian Hiecke del Romantik Hotel Spielweg. —