Serramazzoni. Quando i prof. fanno crescere le biblioteche 

L’esperienza delle Cavani di Serramazzoni dove i docenti dell’istituto si sono iscritti all’Associazione degli scrittori per ragazzi

C’è anche la secondaria inferiore G. Cavani di Serramazzoni tra le prime scuole che partecipano al nuovo progetto promosso dall’Icwa (Italian children’s writers association), l’associazione italiana scrittori per ragazzi per promuovere la letteratura italiana contemporanea e soprattutto incentivare l’amore per la lettura.

«Da quando ho iniziato a scrivere per ragazzi – ha spiegato Livia Rocchi, autrice di romanzi e albi illustrati e ideatrice del progetto - ho iniziato a lavorare con le scuole: incontri, laboratori, progetti, esperienze molto positive, ma anche buchi nell'acqua. E la consapevolezza sempre più forte che se si riuscisse a sviluppare una maggiore sinergia tra insegnanti e scrittori per ragazzi, si potrebbe fare molto per tutti. Da questo è nata, in accordo con i colleghi, una iniziativa che mira a potenziare le biblioteche scolastiche e a offrire strumenti ai docenti».


L’associazione, a cui finora potevano aderire solo gli scrittori, ha aperto le porte alle scuole con una nuova categoria di soci: "insegnanti sostenitori” cui è richiesta una quota di 10 euro.

Tutti i docenti iscritti ricevono in omaggio un e-book e a dicembre e giugno una bibliografia completa di schede libro, con una breve descrizione della trama e l’età di lettura consigliata, di tutte le novità dei soci pubblicate e, in più, viene data la possibilità di effettuare ricerche mirate nel sito Icwa, che permettono di individuare facilmente le pubblicazioni suddivise per tema affrontato e fascia d’età a cui si rivolgono.

Ma non è finita. Ogni 50 iscrizioni, parte delle quote versate dagli insegnanti servono a creare o integrare biblioteche scolastiche. I primi tre istituti selezionati sono l’Ic Filippo Grimani di Marghera (Ve), l’ICvManzoni di Lizzano (Ta) e, appunto, la scuola secondaria di primo grado “Guido Cavani” di Serramazzoni. Le iscrizioni degli insegnanti sono aperte da settembre 2019 fino a dicembre 2020.

Per maggiori informazioni: livia.rocchi@icwa.it). «In futuro – conclude Rocchi - speriamo di estendere le donazioni in libri a molte altre scuole, ma anche di organizzare eventi gratuiti per alunni e insegnanti, in modo da consolidare la collaborazione e renderla significativa sul piano della promozione della letteratura per ragazzi e ragazze, come avviene da anni in altre realtà (per esempio i paesi anglosassoni)». —

M.T.

© RIPRODUZIONE RISERVATA