Tortelli ripieni al cotechino e alla verza con vellutata firmata chef Montanari

La Trattoria di Lara di Novi propone il tortello ripieno al cotechino e verza come ricetta che scatena la curiosità a tavola. Lo chef Fabio Montanari, che insieme a Lara Ghelfi guida il locale ne svela i segreti.

NOVI. Di solito lo si mangia come portata a se stante, ma può essere anche un ottimo ripieno. La Trattoria di Lara di Novi propone il tortello ripieno al cotechino e verza come ricetta che scatena la curiosità a tavola. Lo chef Fabio Montanari, che insieme a Lara Ghelfi guida il locale ne svela i segreti. Gli ingredienti che occorrono sono: mezza verza più due cotechini da 400 grammi, una cipolla, brodo di cottura e vino bianco da sfumare.

Tortelli ripieni di cotechino e verza di chef Fabio Montanari

«Per il procedimento: fare rosolare la cipolla in una casseruola del diametro di 28/30 centimetri - spiega lo chef Montanari - Tagliare la verza a julenne o a listarelle sottili e unire alla cipolla. Fare rosolare tutto e sfumare con il vino. Prendere i cotechini: non pelare, tagliare in due o tre parti e mettere insieme alla verza. Sgranare il cotechino che si amalgama con la verza. Aggiungere vino bianco e due o tre mestoli di brodo vegetale, realizzato con sedato, carote e cipolle. Chiudere con il coperchio. Aspettare alla fine per decidere se aggiungere sale e spezie. Un’aggiunta facoltativa, dal momento che il piatto è già sufficientemente saporito».

Nel frattempo, tirare la sfoglia (un uovo più 100 grammi di farina), aggiungere un filo d’olio extravergine e una punta di sale. Preparare la sfoglia e metterla mezz’ora in frigo. Per il sugo: unire il trito di cipolla alla polpa di pomodoro in casseruola. Aggiungere una scatola di fagioli borlotti e farli stufare per il tempo necessario. Frullare il tutto e preparare una sorta di vellutata. Spalmare sui tortelli una volta messi nella pentola. Servire nel piatto. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA