Cani, che passione: tra i 900 in gara in Fiera a Modena vince un Terranova

La 28esima “Esposizione internazionale canina di Modena” a ModenaFiere conquista i geminiani.  Il vincitore del premio "The best in show" è un esemplare maschio di razza terranova di tre anni di nome “New Angels ps at starry town “ dell'allevamento di Maurizio Mauro

MODENA. Cani danzanti e in passerella. Di taglia piccola, media, grande ed extralarge. Pettinati come divi dello spettacolo e accarezzati come peluche. E il vincitore del premio "The best in show" sarà un esemplare maschio di razza terranova di tre anni di nome “New Angels ps at starry town “ dell'allevamento di Maurizio Mauro. La 28esima “Esposizione internazionale canina di Modena” conquista i geminiani. A centinaia dalle 10 si presentano in fiera e girano tra i padiglioni.. «Siamo in fiera per mia moglie perché è tanto appassionata – confessa il vignolese Giuseppe Di Tullo – e anche per mio figlio. Spero che con l’esperienza superi la paura dei cani».

Il giovane Francesco Di Tullo illustra meglio i timori. «Mi spaventano i più grandi – riconosce Francesco – mentre i più piccoli, i batuffoli, i cani che hanno bisogno di coccole li adoro. Ne vorrei avere uno». «A mia moglie piacerebbe tanto – riprende il padre – ma io non ci sono portato. Ho poca passione e soprattutto poca pazienza». Padre e figlio concordano però sul voto da dare all’esposizione: «10». Fabrizio Ganzerli passa invece dall’8 immediato a un «10» più ragionato. È la seconda esperienza per lui e il pastore tedesco in sua compagnia, «il nostro cagnolone». Ha appena concluso la prova e la giudica con la fiducia di aver almeno pareggiato il risultato del 2019.

«Puntiamo a una posizione stazionaria – aggiunge Ganzerli – o a migliorare quella dello scorso anno». La competizione non lascia segni di ansia né nel padrone né nel cane. «Si prepara tutte le mattine per un’ora – spiega il primo –. Non siamo allevatori, ma amanti della razza “pastore tedesco”. Nel frattempo, facciamo anche la preparazione alle gare».

«I cani si abituano a essere indifferenti all’ambiente – spiega l’avvocato Gianpaolo Verna con il cane afgano dietro di lui – sia al chiuso sia all’aperto. Per la preparazione ogni volta se ne vanno minimo quattro ore tra il lavaggio e l’asciugatura». Per Verna l’esposizione merita un «8,5». Soddisfatti gli organizzatori. «Abbiamo avuto circa 900 cani – sottolinea Elena Vaccari, presidente del Gruppo Cinofilo Modenese – provenienti da tutta Italia e dall’estero (Svizzera, Germania, Francia)». —


© RIPRODUZIONE RISERVATA