Carpi, volontari piantano alberi e puliscono i fossi dai rifiuti

Sono 269 alberi e 90 arbusti quelli messi a dimora domenica da attivisti, cittadini e politici, un gruppo di volenterosi ha raccolto sacchi di pattume

CARPI. Si sono riuniti dalla mattina alle 9 per ridare nuova vita all’area verde tra via Remesina interna e via Rossetti. Sono i volontari che hanno aderito all’invito patrocinato dal Comune, con il sostegno di consiglieri comunali, attivisti e cittadini che domenica mattina hanno messo a dimora 269 alberi e 90 arbusti.

Hanno fornito il proprio contributo il sindaco Alberto Bellelli, gli assessori Riccardo Righi e Marco Truzzi, “armati” di pala e scarponcini, così come la battagliera Alice Aldrovandi, i consiglieri Matteo Cardinazzi, Paola Borsari, Monica Medici ed Eros Andrea Gaddi, tecnici comunali, famiglie con bambini. Sul posto sono arrivate anche pattuglie della Polizia di Stato e della Poli zia Locale e i parlamentari Gabriele Lanzi e Maria Laura Mantovani. In tutto sono stati una trentina i volontari.


L’iniziativa era stata programmata per il 24 novembre e rimandata per il meteo. Obiettivo è tutelare l’ambiente, riducendo l’inquinamento. «Crescendo, gli alberi assorbono anidride carbonica - spiegano gli assessori Truzzi e Righi - Tramite questa fase, dunque, si combatte l’inquinamento».

Allo stesso tempo, un gruppo di volontari che nei fine settimana si organizza per raccogliere i rifiuti, si è accorto che nel fosso accanto agli alberi appena piantumati c’era una quantità indescrivibile di rifiuti. «Abbiamo provveduto a effettuare ripetute segnalazioni a chi di dovere - dice Giuliana Galante, sul posto con Giuliana Lugli e altri volontari - ma... i rifiuti li abbiamo tolti noi. Abbiamo raccolto diversi sacchi pieni soprattutto di vetro e di plastica: rifiuti gettati dal finestrino o in altri modi». —

S.A.