Contenuto riservato agli abbonati

Colombaro Sbandata fatale all’alba: muore sul colpo un musicista di Maranello di 38 anni

Mirko Virdis, batterista di Maranello: la sua auto si è schiantata contro un albero. L’allarme dato da un passante che ha notato il veicolo distrutto nella vegetazione



FORMIGINE. Un terribile incidente quello che, nella prima mattina di ieri, è costato la vita a Mirko Virdis di 38 anni, sarebbero stati 39 nel prossimo mese di maggio.

Colombaro, esce di strada e si schianta contro un albero: morto



Il sabato era ancora avvolto dal buio quando la sua auto, una Fiat Multipla, è uscita rovinosamente di strada lungo Via Castelnuovo-Provinciale 16. Il Comune è quello di Formigine, la frazione quella di Colombaro, a poche centinaia di metri proprio dal confine con il territorio di Castelnuovo.



L'INCIDENTE. Mirko è uscito di carreggiata all’altezza del centro di formazione Cà Bella, struttura comunale che si trova lungo la strada. In quella zona, caratterizzata dal lungo rettilineo che porta verso la rotonda di Colombaro, non ci sono abitazioni che si affacciano sulla via. Anche per questo motivo, la segnalazione dell’accaduto è arrivata da un passante che si è accorto dell’automobile incidentata oltre che della rete divelta e ripiegata su se stessa. La Multipla, tra le altre cose, non era facilmente visibile perché incastrata tra gli alberi e gli arbusti che costeggiano via Castelnuovo.

Il 38enne, esperto e apprezzato musicista, stava viaggiando in direzione Formigine, molto probabilmente per raggiungere poi la sua Maranello. Difficile stabilire, almeno per il momento, quale sia stato il reale motivo della sbandata e della tragica morte del giovane batterista. Stando, comunque, alle prime impressioni è da escludere la presenza di un altro veicolo al momento del grave incidente. Fatto sta che, proprio lungo il rettilineo, l’automobile è uscita di strada sulla destra ed ha finito la sua corsa ben oltre l’asfalto.

Dopo aver divelto una “leggera” rete di recinzione, la Fiat di Virdis ha con ogni probabilità sbattuto contro il robusto tronco di un albero. Evidente, in questo caso, il colpo sulla corteccia, mentre non erano presenti particolari segni di frenata sull’asfalto. L’automobile si è accartocciata diventando quasi irriconoscibile anche perché, come detto, coperta dalla vegetazione del parco che fa da cornice a Villa Aggazzotti.

I SOCCORSI Una volta lanciato l’allarme si è immediatamente attivata la macchina dei soccorsi. Sul posto è intervenuta un’ambulanza accompagnata da un’automedica, ma purtroppo al loro arrivo i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare la morte di Mirko.

Immediato, inoltre, l’arrivo della Polizia Municipale di Formigine e dei Carabinieri che hanno messo in sicurezza il tratto di strada e coordinato le operazioni per far defluire il traffico. Gli stessi agenti che, poi, sono stati chiamati ad effettuare le verifiche del caso. Utili, queste ultime, per decifrare quali siano stati i reali presupposti che hanno portato alla tragica carambola.

Presenti sul luogo dell’incidente anche i Vigili del Fuoco che sono intervenuti per liberare il corpo ormai privo di vita dello sfortunato musicista di Maranello. Il recupero della salma è stato effettuato da Onoranze Rovatti.

Complice anche la giornata non lavorativa, Via Castelnuovo non ha risentito particolarmente, almeno per quanto riguarda code e traffico. La strada è stata parzialmente chiusa con le automobili che sono state convogliate in una sola corsia di marcia.

Più complicata, invece, è stata la rimozione del veicolo finito incastrato al bordo della strada e dunque difficilmente raggiungibile anche dal carro attrezzi. —