Modena. Il sito di Pasquale con i servizi utili per i “segregati”

Sviluppatore web ha creato una piattaforma dove trovare eventi e offerte virtuali  

MODENA. La noia dello #iostocasa è cosa ben da poco se pensiamo che c’è chi la quarantena la passa in ospedale (a lavorare o a curarsi). Va detto, è una noia relativamente “fortunata” ma esiste e, per combatterla, un modenese ha creato una piattaforma online dove trovare eventi virtuali e servizi gratuiti utili a chi sta vivendo tra le mura domestiche. Si chiama iostoacasa.net e lui è Pasquale Gallo, sviluppatore web per l’agenzia mirandolese Team99. «Tutto è nato la settimana scorsa in una chat whatsapp con alcuni amici – racconta Gallo – uno ha pubblicato una lista di musei visitabili virtualmente e allora ho pensato: “Perché non creare uno spazio dove condividere tutto quello che è disponibile non solo a livello culturale ma anche a livello di servizi alla persona?”». Così, in pochissimo tempo, ha creato il sito. E iostoacasa.net è andato online raccogliendo 600 visite nelle prime 24 ore. Sulla piattaforma, che ha anche una pagina facebook, si possono trovare corsi, eBook, eventi live, giochi, musica, film e documentari in streaming, letture teatrali.

Ricchissima la sezione musei che consente di visitare virtualmente attrazioni turistiche di tutto il mondo. I nostalgici possono cominciare dai tesori modenesi del sito Unesco per poi spostarsi per lo stivale e fare tappa al Museo Egizio di Torino, ai Musei Vaticani a Roma, per poi scavalcare i confini nazionali e sbirciare la National gallery of art di Washington o l’Hermitage Museum di San Pietroburgo.


«La sezione più cliccata dagli utenti resta però quella dei giochi, dove è possibile trovare anche quelli da tavolo nei quali coinvolgere gli amici che per un po’ non si potranno vedere, e a seguire si posizionano la spesa a domicilio e i libri» racconta Gallo. Confidando che, per popolare il sito, si fa fa aiutare dalla moglie: «Ma sto ricevendo anche tantissime segnalazioni. È bello perché a chi lo utilizza viene naturale contribuire». Non sorprende che in seconda posizione ci sia la categoria della spesa a domicilio, accuratamente suddivisa per Comuni, dove trovare tutte le attività e le associazioni che si sono rese disponibili per la consegna di generi alimentari. «So che i servizi di consegna della spesa a domicilio offerti dai principali supermercati sono oberati e le persone cercano delle alternative per uscire di casa il meno possibile – spiega l’ideatore - mi piacerebbe riuscire a incrementare questa sezione e invito tutti a segnalare quello che ancora sfugge dagli elenchi».

Poi il consiglio: «Personalmente, per la mia quarantena, ho apprezzato moltissimo Radio Garden, un sito che permette di sintonizzarsi su migliaia di stazioni in diretta streaming in tutto il mondo. L’ho inserito nella sezione musica e lo consiglio a tutti». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA