Modena. Antonio, Giuseppe e gli altri “riservisti” dell’esercito dei casari pronti alla battaglia

Sono una trentina i pensionati che hanno risposto sì al Consorzio «Se qualcuno si dovesse ammalare arriviamo noi in soccorso»