Coronavirus, nel modenese 17 morti e 172 nuovi positivi. In Emilia Romagna 99 morti e 736 casi. "Siamo prossimi al picco"

I 17 DECEDUTI NEL MODENESE TRA IERI E OGGI

3 a Maranello, due uomini di 83 anni e 1 di 84 anni

3 a Formigine un uomo di 88 anni, un uomo di 81 anni e una donna di 93 anni

1 a Mirandola, un uomo di 75 anni

7 a Modena un uomo di 97 anni, un uomo di 96 anni, una donna di 77 anni, un uomo di 60 anni, un uomo di 95 anni, un uomo di 82 anni e una donna di 103 anni

1 a Nonantola, un uomo di 65 anni

1 a San Felice, un uomo di 61 anni

1 a Castelvetro, un uomo di 88 anni

I NUOVI POSITIVI NEL MODENESE

  • Bomporto 1
  • Campogalliano 1
  •  Carpi 24
  • Castelfranco E. 5
  • Castelnuovo R. 5
  • Castelvetro 6
  • Cavezzo 1
  • Concordia 3
  • Finale Emilia 1
  • Fiorano M. 6
  • Formigine 11
  •  Maranello 4
  • Marano 1
  • Medolla 4
  • Mirandola 6
  • Modena 36
  • Nonantola 1
  • Novi 1
  • Pavullo 8
  • Polinago 2
  • Prignano 1
  • San Felice S/P 1
  • San Possidonio 1
  • Sassuolo 17
  • Savignano S/P 2
  • Sestola 1
  • Soliera 5
  • Spilamberto 5
  • Vignola 5
  • Zocca 1
  • Non residenti in prov. 6
  • TOTALE 172  

NEL MODENESE IERI 17 MORTI E 172 NUOVI POSITIVI. IN EMILIA ROMAGNA 736 CASI IN PIU' E 99 DECEDUTI IN PIU'

Sono 13.119 casi di positività al Coronavirus, 736 in più di ieri. Questo il dato - accertati alle ore 12 di oggi, sulla base delle richieste istituzionali - relativo all’andamento dell’epidemia in Emilia-Romagna (oggi, per un problema tecnico, non è disponibile l’aggiornamento sul numero esatto dei test effettuati).
Complessivamente, sono 5.726 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (368 in più rispetto a ieri); relativamente contenuto – come si sta verificando negli ultimi giorni – l’aumento di quelle ricoverate in terapia intensiva, che sono 33317 in più rispetto a ieri. I decessi sono purtroppo passati da 1.344 a 1.44399, quindi, quelli nuovi, di cui 67 uomini e 32 donne.

Al tempo stesso, continuano a salire le guarigioni, che raggiungono quota 1.141 (66 in più rispetto a ieri), 896 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione; 245 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi (+53 rispetto a ieri).

“Continua il trend osservato nei giorni precedenti- afferma il commissario ad acta all’emergenza, Sergio Venturi- quindi una moderata riduzione dei casi percentuali, confermati dalla riduzione degli accessi in Pronto soccorso e, attraverso il 118, in ospedale per polmonite interstiziale. Purtroppo, è ancora alto il numero dei decessi, ma ci aspettiamo comunque una significativa riduzione sia dei contagi che dei decessi nei prossimi giorni. Stiamo ponendo particolare attenzione alla situazione delle case protette, che ormai restano l’unico vero focolaio d’infezione sul territorio, perché- chiude Venturi- osserviamo come le misure di distanziamento sociale comincino a dare i primi risultati. Ma non è questo il momento di mollare: rispettiamo tutti regole e restrizioni”.

Made with Flourish

Per quanto riguarda i decessi, per la maggior parte sono in corso approfondimenti per verificare se fossero presenti patologie pregresse. I nuovdecessi riguardano

  • 26 residenti nella provincia di Piacenza,
  • 21 in quella di Parma,
  • 13 in quella di Reggio Emilia,
  • 17 in quella di Modena,
  • 12 in quella di Bologna (di cui 1 nel territorio imolese),
  • 1 in quella di Ferrara,
  • in quella di Ravenna,
  • in quella di Forlì-Cesena (1 nel cesenate),
  • in quella di Rimini.
  • Un decesso si riferisce a un residente fuori regione.

Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 

  • Piacenza 2.475 (85 in più rispetto a ieri), 
  • Parma 1.809 (57 in più), 
  • Reggio Emilia 2.146 (150 in più),
  •  Modena 2.094 (172 in più), 
  • Bologna 1.504 (+157 in più rispetto a ieri, e 239  Imola, nessuno in più), 
  • Ferrara 300 (19 in più rispetto a ieri), 
  • Ravenna 553 (32 in più), 
  • Forlì-Cesena 642 (di cui 318 a Forlì, 18 in più rispetto a ieri, e 324 a Cesena, 12 in più), 
  • Rimini 1.357 (34 in più).

SASSUOLO: PROSEGUE LA SOSPENSIONE DELLE ATTIVITA' AMBULATORIALI E IN LIBERA PROFESSIONE

Le Aziende sanitarie modenesi (Azienda USL di Modena, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena e Ospedale di Sassuolo Spa) proseguono la sospensione delle attività ordinarie ambulatoriali specialistiche programmabili, provenienti dal circuito CUP, e le visite ed esami diagnostici in libera professione. Continueranno invece ad essere mantenuti tutti gli accessi urgenti secondo le modalità previste dal catalogo provinciale e le attività di controllo per i pazienti affetti da patologie rilevanti, quali in primo luogo i pazienti oncologici. Tali misure proseguono per tutta la durata delle ordinanze e fino a nuove indicazioni regionali.

Le sospensioni sono motivate dall’esigenza di ridurre al minimo l’afflusso di pazienti e accompagnatori in ospedale per contenere la diffusione del Covid-19 e di riorganizzare l’attività dei sanitari a favore delle necessità legate al coronavirus. Le Aziende stanno inviando messaggi automatici di avviso ai cittadini che hanno prestazioni prenotate. Nelle prime due settimane dall’inizio dello stop, sono stati inviati rispettivamente 13.999 e 15.329 sms per informare gli utenti della sospensione di prestazioni già programmate prima dell’inizio dell’emergenza. In linea con quanto disposto a livello regionale, sono rimandate anche tutte le attività programmate chirurgiche in tutte le Aziende USL ed Ospedaliero-Universitarie, fatte salve le attività per loro natura non procrastinabili, urgenze da PS e programmato non procrastinabile.

CONTROLLI DEI CARABINIERI: ALTRE 14 DENUNCE

Proseguono quotidianamente i controlli dei carabinieri sull'osservanza del divieto di circolazione - senza valido motivo - su tutto il territorio provinciale.

Nel Carpigiano sono state sanzionate cinque persone, Delle quali tre su Carpi ed una a Novi di Modena.  Nel Pavullese, I militari  di Pavullo hanno elevato tre sanzioni amministrative, in via Puccini e via giardini. Sempre nel Pavullese, gli uomini delle stazioni carabinieri di Lama Mocogno Zocca, Frassinoro e della stessa stazione di Pavullo, hanno sanzionato quattro persone sorprese in giro a piedi o su autovettura nei rispettivi paesi, privi di un valido motivo.

Complessivamente, le persone sanzionate nel pomeriggio di sabato sono state 14.

Inoltre i carabinieri hanno arrestato  a Maranello,  un ventenne campano, raggiunto da ordine di carcerazione emesso dalla procura della Repubblica presso il tribunale dei minori di Bologna, Il giovane deve   espiare la pena di quattro mesi di reclusione per il reato di lesioni personali aggravate commesse a Modena nel luglio del 2018, quando Il giovane aveva aggredito, all’interno del parco Novi Sad, una ragazza cinese cagionandole serie lesioni personali.

LA SITUAZIONE IN EMILIA ROMAGNA

Sono 12.383 i casi di positività al Coronavirus in Emilia-Romagna, 795 in più di venerdì Nell'ultimo giorno sono stati refertati 5.193 tamponi. Aumentano leggermente i ricoveri in terapia intensiva, che sono 316, 8 in più rispetto a ieri. I decessi sono passati da 1.267 a 1.344: 77, quindi, quelli nuovi, di cui 44 uomini e 33 donne. Sono i dati comunicati dal commissario all'emergenza in Emilia-Romagna Sergio Venturi. Continuano a salire le guarigioni, che raggiungono quota 1.075 (115 in più rispetto a ieri), 833 delle quali riguardano persone «clinicamente guarite» Piacenza continua a essere la provincia più colpita con 22 nuovi decessi.

Coronavirus, come sono i polmoni quando vengono colpiti dal Covid-19

I casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi sono:

  • Piacenza 2.390 (114 in più rispetto a ieri),
  • Parma 1.752 (62 in più),
  • Reggio Emilia 1.996 (135 in più),
  • Modena 1.922 (150 in più),
  • Bologna 1.347 (+62 più rispetto a ieri, e 239 Imola, 11 in più),
  • Ferrara 281 (37 in più rispetto a ieri),
  • Ravenna 521 (33 in più),
  • Forlì-Cesena 621 (di cui 300 a Forlì, 22 in più rispetto a ieri, e 312 a Cesena, 10 in più),
  • Rimini 1.323 (59 in più).

I nuovi decessi riguardano

  • 22 residenti nella provincia di Piacenza,
  • 2 in quella di Parma,
  • 12 in quella di Reggio Emilia,
  • 12 in quella di Modena,
  • 8 in quella di Bologna (di cui 1 nel territorio imolese),
  • 8 in quella di Ferrara,
  • 6 in quella di Ravenna,
  • 1 in quella di Forlì-Cesena,
  • 6 in quella di Rimini.

 

ARRIVANO I MILIARDI PER I COMUNI, 400 MILIONI PER INDIGENTI BONUS RAPIDO PER CHI NON HA REDDITO, 600 EURO PROFESSIONISTI

Un dpcm che dispone 4,3 miliardi a valere sul fondo di solidarietà dei Comuni, più 400 milioni vincolati per le persone che non hanno i soldi per fare la spesa, annuncia il premier Conte, che sottolinea: «Sappiamo che in tanti soffrono ma lo Stato c'è». Gualtieri spiega che il bonus di 600 euro per chi non ha fonte di reddito sarà reso rapido e fruibile dal primo aprile. Firmato il decreto con le modalità di attribuzione del fondo per i professionisti e autonomi, l'indennizzo è di 600 euro per marzo. Lamorgese avverte: «Non tollereremo azioni illegali».

SUPERATI 10MILA MORTI, FRENANO I CONTAGI, CRESCONO I GUARITI SONO 70.065 I MALATI, CON UN INCREMENTO DI 3.651 IN 24 ORE

Superate le diecimila vittime in Italia per il coronavirus secondo l'ultimo bilancio reso noto dalla Protezione civile. L'aumento in un giorno è stato di 889 morti. Frena l'ascesa dei contagi (3.651 contro 4401 del giorno precedente) e salgono i guariti: sono 12.384, 1.434 più rispetto alle 24 ore precedenti. In totale sono 70.065 i malati. Il numero complessivo dei contagiati ha raggiunto i 92.472. Secondo Borelli, senza misure di contenimento «sarebbe stata una situazione insostenibile».

VON DER LEYEN GELA L'ITALIA, POI FRENA: 'OPZIONI SUL TAVOLO' GUALTIERI: 'PAROLE SBAGLIATE'.IL PREMIER: 'NON DECIDE LEi'

Nella crisi del coronavirus la Commissione europea non pianifica l'emissione di bond propri sui debiti: così la presidente della commissione Ue Ursula von der Leyen secondo cui 'su questo ci sono chiari confini giuridicì e la parola è 'solo uno slogan'. Poi frena: «Non è esclusa alcuna opzione entro i limiti del trattato». Dopo aver stigmatizzato la presa di posizione, il Mef giudica positivo il chiarimento. Conte chiede che 'l'Europa sia all'altezzà e sottolinea che «le proposte le farà l'Eurogruppo, non la presidente». 

NEW YORK FOCOLAIO MA TRUMP ESCLUDE QUARANTENA. LIMITI A VIAGGI BIMBO MUORE IN ILLINOIS. PAURA IN FRANCIA E GB. TRENI A WUHAN

Per il New York Times 'New York potrebbe essere peggio di Wuhan e la Lombardià. In Usa oltre 120 mila contagiati da Covid-19 e oltre duemila morti. Trump esclude la quarantena negli Stati di New York, New Jersey e Connecticut, chiede di limitare i viaggi e richiama un milione di riservisti. In Illinois, muore per il virus un bimbo di meno di un anno. Oltre 600.000 i contagi nel mondo. Al primo posto gli Stati Uniti, al secondo l'Italia con 86.438 e al terzo la Cina con 81.948. I morti in Europa sono più di 20 mila. Nuovo record di vittime in Spagna con 5.690 morti, 830 in un giorno; oltre mille i morti in Gran Bretagna, ora trema la Francia. I primi treni passeggeri ritornano a Wuhan. 

NUOVA STRETTA SUGLI INGRESSI IN ITALIA, ORA PIÙ CONTROLLI OBBLIGATORIE MASCHERINE E MISURAZIONE DELLA TEMPERATURA

Chiunque arrivi in Italia su aerei, navi, treni o veicoli dovrà consegnare all'atto dell'imbarco una dichiarazione che specifichi i motivi del viaggio e l'indirizzo completo dell'abitazione dove sarà svolto l'isolamento fiduciario. Vettori e armatori dovranno anche misurare la temperatura dei passeggeri e dotarli di mascherine. 

CORONAVIRUS, GUARITA MOGLIE DEL PREMIER CANADESE TRUDEAU PLACIDO DOMINGO STA MEGLIO, CONVALESCENZA AD ACAPULCO

Sophie Grégoire Trudeau, moglie del primo ministro del Canada, ha annunciato di essere guarita dal coronavirus. «Mi sento molto meglio» ha scritto la donna in un lungo messaggio su Facebook, nel quale ringrazia i sanitari, ricorda quanto il periodo sia complesso e rimarca la difficoltà nello stare soli. E sta meglio il tenore spagnolo Placido Domingo. È ancora ricoverato in ospedale ad Acapulco, dove sta trascorrendo la convalescenza. --