Spilamberto. L’ultimo saluto senza famigliari e amici «Ma ci saremo sempre noi amministratori»

Succede a Spilamberto dove il sindaco Costantini ha già presenziato alle sepolture

SPILAMBERTO. I recenti decreti anti-Coronavirus hanno sospeso, per ovvi motivi di sicurezza, lo svolgimento di tutti i funerali. Parenti e amici, dunque, non hanno più la possibilità di salutare per l’ultima volta i propri cari. Per questo motivo, il Comune di Spilamberto ha promosso e immediatamente messo in pratica una proposta avanzata dal vicesindaco Salvatore Francioso. A raccontare di cosa si tratta è il primo cittadino Umberto Costantini: «Per far sentire la vicinanza di tutta Spilamberto alle persone che, purtroppo, hanno perso un famigliare o un conoscente, si è deciso che un amministratore sarà sempre presente al momento della tumulazione. Ci siamo presi questo importante impegno che già oggi (ieri, ndr) è stato svolto in due occasioni». Costantini ha dunque partecipato in prima persona all’addio di alcuni concittadini, lo ha fatto indossando la fascia tricolore che è il simbolo del sindaco e di conseguenza dell’intera comunità: «Le famiglie mi hanno ringraziato per quello che è un gesto molto significativo. In certi momenti c’è infatti bisogno di sentire vicino il paese in cui si vive. Per questo motivo ho immediatamente accolto l’idea del vicesindaco Francioso che, una volta di più, ha dimostrato grande sensibilità verso la cittadinanza». —

E.B..