La boutique di Silvia Riapre il negozio della mamma «Scommetto su centro e moda»

Barbara Bianchi dona nuova vita all’attività nel settore fashion, con una storia di oltre cinquant’anni «Sono fiduciosa che sia la scelta giusta Le persone si vogliono incontrare e ritrovare»

 
CARPI Non si è lasciata spaventare dalla pandemia o dalla crisi: ha deciso di scommettere sul centro e sull’attività che mamma Silvia Cattini ha portato avanti per oltre 50 anni, divenendo una vera e propria “istituzione” nel campo dell’abbigliamento. 
 

Carpi, Silvia riapre il negozio della mamma «Scommetto su centro e moda»

 
Barbara Bianchi ha raccolto il testimone e ha da poco aperto i battenti del negozio che ora porta il suo nome e, fino a poco prima della fine dello scorso anno, portava l’insegna “Bazar Collection”. 
Non si tratta della prima esperienza nel campo della moda di Barbara, cresciuta al fianco della madre, appassionata di moda tanto da diventare stilista di diversi pronto moda del territorio. 
 
 
«Ho deciso di realizzare questo sogno, nonostante la pandemia e il periodo che potrebbe sembrare tutt’altro che favorevole - racconta Barbara - E finora si è rivelata una scelta azzeccata: le persone hanno voglia di uscire, di ripartire, di ritrovarsi. Realizzo a mia volta dei capi che disegno io e inserisco nelle collezioni che si possono acquistare in negozio. Non si tratta della mia prima esperienza nella gestione di un punto vendita mio. Per anni ho avuto il Bazar 2, su viale Manzoni, fino alla fine degli anni Novanta. Poi, lo scorso anno, mia mamma è andata in pensione, dopo oltre 50 anni nel negozio di corso Alberto Pio, dove io sono cresciuta.
 
E a febbraio mi sono fatta un regalo per i miei 48 anni: ho maturato la decisione di prendere le redini io di questo negozio che mi fa emozionare moltissimo e... se ci penso mi commuovo. Io qui mi sento a casa e gestisco ogni cosa in prima persona: dagli acquisti, alle vetrine, passando per tutte le altre commissioni e incombenze. Mio nonno era pittore e diceva che avevo una vena creativa che avrei dovuto inseguire. Eccola che è emersa, questa vena creativa e ho proprio voglia di assecondarla». 
 
Si nota un filo conduttore con il passato: ci sono alcuni marchi che Barbara ha tenuto tra le collezioni proposte in precedenza. A queste si affiancano i capi realizzati da lei che, in corso Alberto Pio, ha ricavato anche il suo ufficio. «Ho deciso di scommettere sul centro e sul fashion - continua la stilista - Ho ricreato il negozio sulla base delle mie esigenze, grazie alla collaborazione di mio marito che fa l’elettricista, Poi ci siamo dovuti fermare a causa del lockdown ma ora siamo ripartiti. E vedo l’entusiasmo delle clienti, anche ragazze nuove che entrano in negozio perché magari vedono i prodotti che promuovo sui social, su Facebook oppure Instagram. Sono fiduciosa che i nostri sforzi saranno premiati. I primi segnali dall’apertura sono molto favorevoli». —

 

 

 

Per oltre 51 anni la madre Silvia Cattini ha vestito generazioni di carpiigiane: il negozio dove ora si trova Barbara si chiamava Bazar Collection ed è stato fondato nel 1968.