San Felice, tragedia sul lavoro. Scende dal camion, schiacciato dal bobcat

L’autista, 63enne di Campogalliano, impegnato in lavori di asfaltatura, ha lasciato la cabina e l’altro operatore lo ha travolto

SAN FELICE Avrebbe compiuto 64 anni tra tre giorni l’operaio che ieri pomeriggio ha perso la vita in un incidente sul lavoro avvenuto all’interno di un cantiere in via Villanova a Ponte San Pellegrino. La vittima, Alexandru Lences, di origine rumena e residente da tempo  a Campogalliano, si trovava su un camion della ditta General Service e stava trasportando asfalto da utilizzare su quel tratto di strada.

Ad un tratto, e per cause in corso di accertamento, l’autista è poi sceso dal mezzo probabilmente per pulire la sponda e la strada dai residui. Un’operazione che Lences avrà fatto decine di volte nella sua vita, ma che questa volta gli è stata fatale.

San Felice, operaio muore schiacciato da un macchinario

Un collega di un’altra ditta, che si trovava alla guida di un bobcat, impegnato in una manovra, lo ha infatti schiacciato tra il macchinario e la sponda del tir. L’ipotesi più probabile è che proprio in quel frangente il 63enne sia entrato in un punto cieco, impossibile da vedere attraverso gli specchietti retrovisori installati sul bobcat. Ma su quali siano le cause esatte e la dinamica dell’incidente mortale dovrà fare chiarezza il personale tecnico della Medicina del Lavoro dell’Ausl, arrivata in via Villanova con due specialisti. In prima istanza sono stati ascoltati i responsabili del cantiere - si tratta di lavori affidati da Aimag a Emiliana Asfalti - e il proprietario della General Service.

A seguire è toccato ai vari operai presenti ieri pomeriggio a San Pellegrino. Al lavoro c’era infatti una squadra di almeno cinque addetti all’asfaltatura, alcuni dei quali non hanno visto nulla perché lontani. Ma ogni dichiarazione sarà importante per darsi una spiegazione capace di fare luce su un episodio per certi versi inatteso. Spetterà sempre ai tecnici dell’Ausl accertare se fossero in funzione tutte le misure di sicurezza necessarie a scongiurare infortuni o decessi.



L’allarme è stato dato all’istante e in via Villanova la centrale operativa del 118 ha fatto convergere un’ambulanza e l’elicottero di Bologna. Ma i tentativi di rianimare Lences sono stati inutili e poco prima delle 17.30 è stato decretato il decesso. Sul luogo dell’incidente sono intervenute anche due pattuglie dei carabinieri di San Felice e Finale: hanno raccolto informazioni e ascoltato i testimoni per ricostruire nei dettagli la situazione. È già stata aperta un’inchiesta mentre la salma del 63enne rumeno è stata trasportata all’istituto di Medicina legale del Policlinico di Modena a disposizione della magistratura che dovrà eventualmente disporre esami autoptici per decretare le modalità della morte.

Via Villanova, strada che dalla provinciale 8 porta dentro l’abitato di Ponte San Pellegrino e verso San Felice, è rimasta a lungo chiusa al traffico con la polizia locale dell’Area Nord che si è occupata di bloccare le vie di accesso. —