Modena, due quindicenni aggrediti e rapinati con un coltello

Dopo aver preso il cellulare sono fuggiti su una Bmw rubata. I malviventi bloccati e portati in questura: probabili altri colpi

MODENA. Un ragazzo e una ragazza minorenni, entrambi di quindici anni, sono stati aggrediti e rapinati da due giovani maghrebini al parco della Repubblica. Dopo aver puntato un coltello a serramanico contro il ragazzo, si sono fatti consegnare il cellulare per poi allontanarsi a bordo di una Bmw. La polizia, non appena è stata informata dell’accaduto, è riuscita a rintracciare la vettura, risultata rubata, e i due malviventi sono strati bloccati e portati in questura.

La rapina si è consumata l’altra sera, verso le 19. Come i due ragazzini hanno spiegato sia ai rispettivi genitori che alle forze dell’ordine, ad entrare in azione sono stati due magrebini, dall’apparente età dai venti ai venticinque anni. I due si sono avvicinati e hanno iniziato, nei confronti soprattutto del ragazzo, ad atteggiarsi nel classico modo da bulli, piuttosto decisi. Quello che impugnava il coltello lo ha puntato, lo ha mostrato ripetutamente battendo la lama su un tavolino o una panchina del parco, mentre l’altro avrebbe minacciato dicendo «adesso ci dai quello che hai nello zainetto, tuo fratello ci deve dei soldi e noi siamo qui ora per riprenderci quello che ci spetta». Anche se, come sembra, il ragazzino non avesse però alcun fratello.


Comunque sia, ben presto i due hanno fatto capire che se ci fosse stato un qualche tentativo di resistenza, le cose si sarebbero immediatamente messe male. Hanno quindi preso lo smartphone del quindicenne e si sono allontanati per poi salire in macchina. Ben presto, nonostante lo choc, i due rapinati hanno fatto scattare l'allarme.

Gli equipaggi della Volante in servizio l’altra sera in città si sono messi alla caccia di una Bmw con due giovani a bordo. Le ricerche, ben presto, sono state coronate da successo anche perchè, a quanto sembra, alla centrale erano giunte altre segnalazioni di furti e di aggressioni-rapine e che indicavano gli autori essere scappati su una Bmw. L’auto era stata segnalata in transito su viale Fratelli Rosselli. Due pattuglie pertanto si sono piazzate lungo il viale bloccando la via di fuga ai due maghrebini che sono stati quindi presi e portati in questura. L’auto, come accennato, è risultata rubata e chi la guidava non aveva la patente. —


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi