Modena Motor Gallery tra cimeli del D-Day e anteprime della Rossa 

Presenti novecento bolidi tra auto e moto, 360 gli espositori Una corsia di cinquecento metri per gli artigiani del territorio

MODENA Tornano dopo il lockdown le manifestazioni espositive al quartiere fieristico cittadino con l’ottava edizione di Modena Motor Gallery, Mostra mercato dell’auto e moto d’epoca, organizzata da Vision Up per sabato 26 e domenica 27 settembre. Lo scorso anno i visitatori sono stati circa 11.000. Si attendono oltre 360 espositori, 900 auto e moto storiche, ed è confermata la presenza nei padiglioni di Cittanova di 18 tra Club, Registri Storici e Musei mentre una intera corsia di 500 metri è stata messa a disposizione degli artigiani che fanno di Modena una fucina di meccanici, ingegneri, battilastra e carrozzai.

Ecco cosa troveremo al Modena Motor Gallery 2020



Il tutto si svolgerà nella massima sicurezza e nel rispetto delle prescrizioni delle autorità. L’identità con il territorio sarà ben visibile in particolare grazie alla presenza dei Musei Ferrari di Modena e Maranello, delle collezioni private di Righini, Stanguellini, Panini e dei Musei Pagani e Lamborghini.

Accanto allo spazio commerciale verranno allestite mostre di altissimo livello: in occasione dei 110 anni dell’Alfa Romeo verranno esposti alcuni esemplari della Casa milanese in collaborazione con il collezionista Mario Righini e il Museo Storico Alfa Romeo di Arese. Ci sarà poi uno spazio dedicato alle auto legate a personaggi famosi e a grandi personalità del passato: tra queste la Triumph Tr3 del film La Dolce Vita, la Peugeot 403 di proprietà di Aldo Moro, o la elegantissima Alfa Romeo RL Super sport 1926 carrozzata Castagna usata da Sergio Castellitto nel film su Enzo Ferrari. Esposto anche un DUKW perfettamente funzionante, il mezzo anfibio utilizzato dalle truppe americane in occasione dello sbarco in Normandia. A Modena Motor Gallery si potranno ammirare preziose Formula Junior, vetture che correvano in questa speciale categoria e prodotte sia da nomi noti come Stanguellini e De Tomaso che da artigiani locali e non. Per gli appassionati delle due ruote è previsto un raduno riservato agli harleysti mentre la Galleria del quartiere fieristico sarà dedicata alle moto dei centauri modenesi. Asi Giovani proporrà un raduno e una gara di regolarità con 60 partecipanti.

In anteprima mondiale verranno presentati una scocca di Ferrari 250 GTO e altri manufatti realizzati nei mesi scorsi dai maestri carrozzieri modenesi con materiali e tecniche uguali a quelle degli anni Sessanta.

«Si tratta di un evento che ci consentirà di ragionare sul futuro e sulle prospettive del settore automotive e della Motor Valley - è stato ricordato ieri a Panzano, sede della Collezione Righini -. Gli spazi per gli espositori sono al completo, speriamo che i visitatori non ci facciano mancare il loro sostegno in un momento difficile per il settore delle auto d’epoca».

Venerdì 25 settembre “assaggio” al mercato Albinelli con la presentazione del libro di Luca Del Monte sulla Formula Uno. —