Carpi, denunciati due fratelli “professionisti” delle truffe on line

CARPI. La Polizia di Carpi ha denunciato due fratelli di 46 e 57 anni, residenti in provincia di Varese, per il reato di truffa in concorso.

Al termine di una accurata e approfondita attività di indagine, attuata anche attraverso l’analisi incrociata di documenti e dati acquisiti, gli investigatori del Commissariato sono riusciti a risalire ai due soggetti autori di una truffa on line, messa in atto nel maggio 2019, ai danni di un carpigiano, che aveva acquistato alcuni computer vintage e relativi accessori, messi in vendita dai truffatori su un noto portale di vendite e acquisti on line, pagandone il corrispettivo, ma senza ricevere la merce in cambio.


I due truffatori, inizialmente, hanno simulato il rimborso della somma, che chiaramente l’acquirente non ha mai ricevuto, quindi, approfittando della clausola contrattuale di rimborso prevista dal circuito di pagamento utilizzato, hanno suggerito alla loro vittima di sporgere reclamo al fine di ottenere la restituzione di quanto pagato.

Il carpigiano, resosi conto di essere stato raggirato, si è rivolto alla Polizia denunciando quanto accadutogli.

I due fratelli risultano avere diversi precedenti per reati contro il patrimonio, in particolare per truffe on line.