Contenuto riservato agli abbonati

Modena. Centro storico: ragazzi nel mirino, altri due furti di smartphone, Marzaglia: anziana scippata

Un altro furto di cellulare è avvenuto ieri pomeriggio alle 16, lungo corso Vittorio Emanuele: la vittima è una ragazza seduta su una panchina, sorpresa da un uomo che le ha strappato il cellulare ed è fuggito facendo perdere le proprie tracce

MODENA Continuano gli episodi di scippo, borseggio e nel peggiore dei casi anche rapina in centro storico. Gli episodi sono aumentati nelle ultime settimane, solo da lunedì ad oggi due ragazze sono state rapinate di portafoglio e cellulare prima ai Giardini Ducali e poi in Calle di Luca. 

Un altro furto di cellulare è avvenuto ieri pomeriggio alle 16, lungo corso Vittorio Emanuele: la vittima è una ragazza seduta su una panchina, sorpresa da un uomo che le ha strappato il cellulare ed è fuggito facendo perdere le proprie tracce 
 
La Polizia di Stato di Modena, invece, ha tratto in arresto un cittadino tunisino di 18 anni, responsabile del reato di tentata estorsione aggravata. Lo straniero, l’altra notte, dopo aver avvicinato in piazza Matteotti un giovane 18enne, gli aveva preso di mano un accendino Zippo, del valore di 60 euro, e un pacchetto di sigarette, allontanandosi rapidamente. La vittima lo aveva inseguito fino a piazza Roma, dove il tunisino, che si era unito ad alcuni suoi connazionali, lo aveva minacciato con un coltello, chiedendogli 10 euro in cambio di quanto sottrattogli.
 
All’arrivo della Volante e di una pattuglia dell’Esercito Italiano, il gruppo si è immediatamente disperso, ma grazie alla descrizione e alle indicazioni della vittima, il malvivente è stato raggiunto e bloccato. 
Durante le fasi del controllo, il tunisino ha cercato di occultare con il piede sotto un cassonetto del pattume un coltello a serramanico, immediatamente recuperato dagli operatori di Polizia e sottoposto a sequestro.
 
Il giovane straniero sedicente, clandestino e pregiudicato, risulta sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G.. Al termine degli accertamenti, il tunisino è stato portato in carcere.
Un altro episodio da registrare ieri mattina, quando una donna anziana è stata scippata della catena d’oro che portava al collo: l’episodio è avvenuto a Marzaglia. Attorno alle 10.30 la signora è stata avvicinata da una donna che con una scusa è venuta a contatto con la vittima: una volta strappatale la collana è fuggita a bordo di un’auto dove la attendeva un complice.