Covid a Modena Nuovi casi in flessione:  otto in provincia Contagiati 2 turisti rientrati dal Marocco

I modenesi che hanno contratto il virus sono in isolamento a casa In regione l’età media dei cittadini positivi al tampone è di 38 anni 

MODENA Cala il numero dei nuovi modenesi positivi al Covid-19: sono otto, come riferito dall’Ausl di Modena, le persone residenti in provincia che ieri sono risultate positive al tampone. Nessuno dei nuovi pazienti è stato ricoverato: viste le buone condizioni delle persone contagiate, per tutte è otto è stato prescritto l’isolamento domiciliare. Per quanto riguarda l’origine delle infezioni, due dei nuovi casi sono legati a modenesi che sono rientrati dall’estero - entrambi erano stati in Marocco - mentre tre sono stati individuati in quanto contatti di casi già noti e altri tre sono classificati come sporadici. Per quanto riguarda la distribuzione territoriale, invece, quattro dei nuovi pazienti risiedono nel capoluogo, mentre uno è un cittadino di Carpi, un altro risiede a Castelfranco, uno a Sassuolo e uno a Serramazzoni. Nel frattempo, continua a crescere il numero dei modenesi guariti dal Coronavirus: sono 39 i residenti della provincia che da ieri si sono lasciati alle spalle il Covid-19, di cui 21 guariti dal punto di vista clinico, mentre 18 hanno già il doppio tampone negativo, che conferma la guarigione completa. Alla data di oggi sono 4022 le persone guarite clinicamente, di cui 3886 con il doppio tampone negativo.

Allargando lo sguardo su tutta la regione, dall’inizio dell’epidemia sono stati registrati 35.028 casi di positività, di cui 96 emersi durante i controlli di ieri. Sul totale dei nuovi casi, 48 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, mentre 52 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti. Sempre a livello regionale, sono dieci i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali sono previsti due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia, Malta e regioni della Francia. Tre invece le infezioni legate al rientro da altre regioni.

L’età media dei nuovi positivi è di 38 anni. Sui 54 asintomatici, 31 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 19 attraverso i test per categorie a rischio introdotti dalla Regione, tre con gli screening pre-ricovero, mentre uno è stato individuato tramite test sierologico. Ieri è stato registrato anche un decesso: si tratta di un uomo di 93 anni residente a Parma.

I tamponi effettuati ieri in Emilia Romagna sono 9.295, per un totale di 1.150.825 dall’inizio dell’epidemia. A questi si aggiungono anche 2.058 test sierologici effettuati ieri.

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, ad oggi sono 4.682 (-35 rispetto a sabato). Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 4.466 (-34 rispetto a sabato), il 95% dei casi attivi. Cala ancora (-2) il numero dei pazienti in terapia intensiva, che in tutto sono 15. Sono 201 (uno in più) i ricoverati negli altri reparti Covid.

Le persone complessivamente guarite a livello regionale hanno raggiunto quota 25.864 (+130 rispetto a sabato): 8 clinicamente guarite, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 25.856 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Dall’inizio dell’epidemia, i modenesi che hanno contratto il virus sono 4.882, mentre la provincia con il maggior numero di contagi è Bologna (6.237), seguita da Reggio Emilia (5.774) e Piacenza (5.030 ). La provincia con meno contagi è Ferrara (1.442).—

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi