Modena, Novi e Maranello: altri casi di positività nelle scuole

Le persone interessate dai provvedimenti del Dipartimento sono sottoposte a tampone; in ragione di quanto emerso dall’indagine epidemiologica e delle recenti indicazioni regionali non è stato disposto l’isolamento ma la Sanità pubblica, in via di massima precauzione, ha disposto l’utilizzo della mascherina anche al banco in tutto l’istituto e per tutto il periodo della sorveglianza sanitaria.

Nella giornata di sabato 3 ottobre sono stati riscontrati alcuni casi di positività al covid-19 relativi a persone che frequentano istituti scolastici della provincia di Modena. In particolare, di un operatore scolastico delle scuole primarie Saliceto Panaro e Palestrina di Modena (5 classi coinvolte in totale) e di un alunno della scuola secondaria di primo grado Gasparini di Novi.

Non appena appresa notizia delle positività, l’Azienda USL di Modena ha immediatamente avvisato gli istituti; i referenti scolastici Covid hanno puntualmente fornito l’elenco degli studenti e degli operatori per le necessarie comunicazioni alle famiglie da parte del Dipartimento di Sanità pubblica.

Le persone interessate dai provvedimenti del Dipartimento sono sottoposte a tampone; in ragione di quanto emerso dall’indagine epidemiologica e delle recenti indicazioni regionali non è stato disposto l’isolamento ma la Sanità pubblica, in via di massima precauzione, ha disposto l’utilizzo della mascherina anche al banco in tutto l’istituto e per tutto il periodo della sorveglianza sanitaria.

 

Sono state inoltre segnalate due positività, relative a uno studente residente fuori provincia e a un insegnante dell’Istituto “A. Ferrari” di Maranello.

Anche in questo caso i referenti scolastici Covid hanno puntualmente fornito l’elenco degli studenti e degli operatori per le necessarie comunicazioni alle famiglie da parte del Dipartimento di Sanità pubblica e le persone interessate dai provvedimenti del Dipartimento sono sottoposte a tampone. Considerato che si tratta di due casi individuati nella stessa classe, si rende necessario un periodo di sorveglianza e di isolamento.

Durante tale periodo le persone interessate dovranno rimanere al domicilio evitando ogni contatto con i familiari e altre persone. Si ricorda che gli alunni e le altre persone che frequentano l’istituto non sono considerati contatti stretti a rischio, pertanto non sono soggetti ad alcun provvedimento.