Sassuolo, volontaria in parrocchia travolta da un’auto: ha ferite gravissime

Ninfa Razzoli di 74 anni investita in via Radici a Madonna di Sotto È stata falciata mentre attraversava. Coinvolto anche scooterista 

SASSUOLO. Gravissimo incidente ieri mattina verso le 8 alla rotonda di Madonna di Sotto, tra via Radici in Piano e via Vittime dell'11 settembre.

Per cause ancora al vaglio della polizia locale, che è intervenuta con due mezzi, uno dei quali attrezzato all'infortunistica stradale, una donna ed uno scooterista sono stati falciati da una Toyota Corolla condotta da V.G. , un uomo di 43 anni.


Secondo una prima ricostruzione sembra che la donna stesse attraversando sulle strisce pedonali che portano alla chiesa di Madonna di Sotto, dove presta la sua opera come volontaria.

Sul posto è arrivata una pattuglia della Polizia di Stato e due ambulanze, più l’auto medica di Maranello. Le condizioni della donna, la74enne Ninfa Razzoli sono parse subito gravissime ed è stata portata a sirene spiegate all’ospedale di Baggiovara dove è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico. Meno gravi le condizioni del centauro in sella alla sua moto, di cui sono state fornite solo le iniziali, M.G.

In quel momento nella zona c'è sempre un gran traffico per l’entrata nelle vicine scuole, una materna ed una elementare, e le svariate attività artigianali che vi si trovano. Non è ancora stato accertato quale possa essere stato il motivo del sinistro, certo non il sole che in quel momento era alle spalle di chi guidava.

Subito si è formato un folto gruppo di curiosi, alcuni dei quali usciti dalla chiesa, dopo la messa delle 8.

«Ho sentito un rumore molto forte – ha detto il segretario parrocchiale Alessandro Mareggini - e sono corso fuori dalla chiesa. Sono rimasto di stucco quando ho visto la donna per terra, soprattutto perchè la conosco benissimo e proprio in quel momento si stava recando in canonica a sostituire una delle suore per preparare il pranzo ai sacerdoti. Spero davvero che si possa riprendere, è una cara persona».

La notizia del sinistro si è subito sparsa tra la gente di Madonna di Sotto, dove Ninfa Razzoli è conosciutissima soprattutto, come detto, per il suo impegno nel volontariato parrocchiale.

Il bollettino medico che è stato presentato dopo che la donna è uscita dalla sala operatoria, riportava la frattura del bacino e la perforazione di entrambi i polmoni ed i medici, vista la gravità del quadro clinico, si sono riservati la prognosi. —