Contenuto riservato agli abbonati

Carpi Identificato il ciclista morto travolto da un’auto

La tragedia all’incrocio tra via dell’Industria e via degli Inventori, traffico deviato L’uomo in sella alla bici non aveva documenti. AL volante dell'auto una signora ottantenne  di Carpi  La vittima è Marco Pecchini 59 anni di Carpi

CARPI Uno schianto violentissimo e la bici è finita a terra, dopo aver infranto il vetro del parabrezza dell’auto che l’aveva appena travolta.

Lo scontro dopo il quale è deceduto un uomo si è verificato ieri mattina nella zona industriale ovest della città, a pochi metri dal parcheggio del centro commerciale “Il Borgogioioso”. La vittima è Marco Pecchini 59 anni di Carpi


L’incidente è avvenuto poco prima delle 11 in via dell’Industria, all’altezza dell’incrocio con via Degli Inventori. Si tratta di un’arteria stradale, a poche centinaia di metri dall’autostrada, ad alto scorrimento, dove passano spesso, oltre alle automobili, anche mezzi pesanti diretti alle aziende del quartiere. La dinamica è ancora in fase di accertamento con gli agenti della Polizia locale dell’Unione Terre d’Argine e i carabinieri intervenuti sul posto per prendere i rilievi dello schianto.

Da quanto è sinora emerso secondo chi è arrivato in via dell’Industria pochi minuti dopo l’incidente, il ciclista, la cui identità è ancora in fase di accertamento, e che pedalava su una city bike grigia, indossando un casco bianco, è stato investito da una Fiat 500 nella corsia est, vale a dire quella più vicina al centro commerciale. L’utilitaria, guidata da una donna di 80 anni, residente a Carpi, le cui iniziali sono A. B., si è fermata dopo l’impatto violentissimo con la parte anteriore rivolta verso Fossoli.

Non è stao possibile identificare subito il ciclista investito, non aveva indosso i documenti. Sono dunque partite serrate ricerche per dargli un’identità.

Sul posto, poco dopo l’incidente, è arrivato il personale sanitario del 118 tramite l’ambulanza e l’elicottero, ma non c’è stato nulla da fare. Le ferite riportate per l’incidente non gli hanno lasciato scampo. Spetterà agli agenti della polizia locale ricostruire nel dettaglio quanto avvenuto. I carabinieri si sono invece occupati di regolare il traffico nella corsia in cui è avvenuto l’incidente, rimasta occupata per qualche ora a causa delle operazioni di sgombero dei veicoli.

Immediatamente sono partite le polemiche sui pericoli che corrono i ciclisti su via dell’Industria e sulla mancata tutela generale di chi percorre sulle due ruote arterie con alta intensità di traffico come questa. —

S.A.