Carpi Cornicione cade dalla casa dove nacque Manfredo Fanti 

Le tegole, con il vento forte, si sono sollevate nell’edificio di fianco alla Cattedrale I residenti: «Abbiamo sentito un forte rumore di notte... Per fortuna nessun ferito»



I danni da maltempo non hanno risparmiato il centro storico e, il fatto che il forte temporale si sia abbattuto di notte ha forse evitato che ci fossero conseguenze anche sulle persone.


Alle 5.30 del mattino tra mercoledì e giovedì, infatti, in una delle vie del cuore della città, è caduto un lungo cornicione: il vento ha sollevato le tegole su cui poggiava, tanto da rovesciarlo sulla via a lato della Cattedrale, ovvero via Don Eugenio Loschi. Le raffiche di vento, oltre al pesante cornicione, hanno fatto precipitare anche numerosi mattoni. La stradina, dove il passaggio è consentito solo ai pedoni e ai ciclisti, rappresenta il collegamento fra piazza Martiri e via Brennero, passando, appunto, accanto al Duomo. Una via percorsa ogni giorno da numerosi carpigiani, quindi. Dopo il distacco del cornicione è stata transennata in vista di sopralluoghi e interventi per il ripristino della struttura.

Il palazzo in questione è di proprietà di una società immobiliare con sede in centro. All’interno, risiedono gli stessi proprietari della società. Nel 1806, inoltre, nella prestigiosa dimora nacque il generale Manfredo Fantii.

«Abbiamo sentito un forte rumore - dice la residente - Erano le 5.30 del mattino e quando siamo corsi in strada per controllare cosa fosse successo, abbiamo notato le tegole che evidentemente si sono spostate, provocando la caduta del cornicione. Per fortuna che è successo di notte, in un momento in cui non c’era nessuno ad attraversare quella strada vicina alla Cattedrale. Non c’è bisogno di specificare quanto fossero forti le raffiche dii vento: i carpigiani chiamano via Don Eugenio Loschi, “via Polmonite”, per dire che è sempre ventilata, anche d’estate. Figuriamoci con le intemperie della notte scorsa».

I proprietari hanno avvisato gli agenti della Polizia locale.

«Quando sono arrivati qui, a loro volta, hanno chiamato i vigili del fuoco che hanno fatto un sopralluogo dall’alto - continua la residente - Poi, la strada è stata transennata e ora si attendono ulteriori sopralluoghi per decidere quando verranno fatti i lavori di ripristino che contiamo si possano svolgere prima possibile su questa strada». —